La popolarità del marchio Ferrari è in calo?

Lo rivela uno studio condotto sulle ricerche internet

Anas Anas

Un nome che dovrebbe fare la differenza ed essere conosciuto in tutto il mondo: il condizionale è diventato d’obbligo per il Gruppo Ferrari, visto che la popolarità del marchio non è così forte come un tempo. Non viene certo messa in discussione l’importanza dell’azienda automobilistica di Maranello, però uno studio condotto dal sito di comparazione “Compare the Market” ha fatto emergere come il riconoscimento immediato sia calato di molto nel corso degli ultimi dieci anni. In base a quali fattori si può arrivare ad una conclusione del genere? Il portale ha deciso di analizzare a fondo i dati di Google Trends. In pratica, sono stati controllati i volumi effettivi delle ricerche sui vari marchi delle quattro ruote, mettendo a confronto quello che succedeva nel 2010 e quanto avvenuto nel 2020. I brand che hanno registrato una flessione evidente sono stati sostanzialmente cinque, vale a dire Fiat, Mitsubishi, Vauxhall, Citroën ed appunto Ferrari.

La casa del cavallino rampante è stata comunque la sorpresa più grande, anche se i numeri parlano chiaro. La popolarità in questione è scesa di oltre 35 punti percentuali a livello globale, nonostante la compagnia emiliana si sia rafforzata costantemente nei due lustri presi in esame. Un trend del genere non fa capire però in base a cosa il marchio sia meno popolare rispetto ad altri. La salute economica della Ferrari continua d’altronde ad essere molto buona: il 2020 è stato concluso in calo rispetto ad un anno prima, anche se la ripresa del quarto trimestre fa ben sperare, visto che i ricavi sono aumentati del 15%, raggiungendo e superando il miliardo di Euro, grazie soprattutto alle numerose consegne. Per il 2021 ci dovrebbe essere un rafforzamento di questi dati, a conferma del fatto che la pandemia da coronavirus ha inciso sul bilancio, ma che si può anche ripartire.