Fiat, il progetto 376 sarà un crossover coupé

Il veicolo, in fase di sperimentazione, utilizzerà componenti di Argo e Cronos per ridurre i costi di produzione

Ferrovie dello Stato ItalianeFerrovie dello Stato Italiane

Il Progetto 376 di Fiat sarà un crossover coupé di dimensioni compatte e con stile fastback. Il veicolo che, secondo le prime indiscrezioni, si trova già in fase di sperimentazione in Europa e più precisamente in Svezia, andrà a scontrarsi direttamente nel mercato brasiliano con il Volkswagen Nivus. Basato sulla Argo, il Progetto 376 della casa automobilistica torinese utilizzerà la stessa architettura della compatta in modo da proporre un look più sportivo e individuale.

Gli esperti attendono una vettura dalle linee molto espressive e con un tetto allungato sul posteriore: complessivamente, il crossover dovrebbe avere un corpo lungo circa 4,20 metri ma con lo stesso passo della Argo che è di 2,52 metri. L’obiettivo del marchio che fa parte di Stellantis è quello di utilizzare gran parte delle componenti di Argo e Cronos per ridurre i costi di sviluppo e produzione. Inoltre, il crossover 376 deve puntare su una linea di cintura alta e con paraurti più alto.

A livello meccanico, Fiat potrebbe alla fine utilizzare il motore Firefly 1.0 turbo da 120 cv o più associato al cambio automatico a 6 marce oppure a quello Cvt. Un’altra possibilità è quella di sfruttare un propulsore turbo 1.3 da 150 cv o più nella versione HGT più sportiva, permettendo al crossover coupé di avere un vantaggio in più rispetto al Nivus.

Questo veicolo, assieme al Progetto 363, andrà a popolare la gamma con piattaforma MP1 e a conquistare nuovi consumatori. Visto che Uno, Grand Siena e Doblò si stanno avvicinando sempre di più alla fine, Fiat proporrà una gamma di prodotti più focalizzata sulle vendite e non sulla presenza nel segmento. Gli addetti ai lavori sono certi che i progetti 363 e 376 porteranno numeri importanti per il brand torinese nel paese.