info

Transport press agency

trainflightFerrovie, ultimi lavori per la stazione Catania - Aeroporto Fontanarossa

L'assessore regionale ai Trasporti ha visitato il cantiere

Stamattina, venerdì 16 ottobre 2020, l’assessore alle Infrastrutture della Regione Sicilia, Marco Falcone ha effettuato un importante sopralluogo presso il cantiere della fermata ferroviaria in costruzione all’Aeroporto di Catania Fontanarossa. Falcone era presente insieme a Nico Torris, ad di Società Aeroporto Catania, e a Vincenzo Fusco, dirigente Enac (Ente nazionale aviazione civile). L’assessore ha spiegato come stanno procedendo i lavori con un post apparso sul proprio profilo Facebook.

Ecco cosa ha scritto in merito: “Saremo sul posto per visionare un cantiere che presenta un buono sviluppo e procede speditamente. La stazione a Fontanarossa, finanziata dalla Regione con oltre tre milioni di euro e costruita da RFI, è destinata a cambiare entro pochi mesi la mobilità della Sicilia orientale portando per la prima volta i treni allo scalo aeroportuale etneo”.  La fermata, con due binari, uno in direzione Bicocca e uno in direzione Catania Centrale-Messina, dispone di banchine lunghe 200 metri con marciapiedi alti 55 centimetri, secondo lo standard europeo previsto per i servizi ferroviari di tipo metropolitano, al fine di consentire ai viaggiatori un più agevole accesso ai treni.

Sono state realizzate le banchine, munite di pavimentazione tattile per non vedenti, nonché parte delle pensiline a ridosso di entrambi i binari. È stata inoltre effettuata la predisposizione per un terzo binario da realizzarsi successivamente. Rimangono da realizzare la copertura e tutti gli impianti. Successivamente, non appena la Ferrovia Circumetnea avrà completato la tratta Stesicoro-Aeroporto, Rfi (Rete ferroviaria italiana) realizzerà una seconda stazione,  interconnessa con il parcheggio scambiatore di Fontanarossa e la fermata Santa Maria Goretti della metropolitana di Fce, secondo quanto previsto da un protocollo di intesa siglato quindici anni fa tra le aziende ferroviarie e il Comune di Catania.