Il Gruppo Deutsche Post Dhl punta a riduzione emissioni Co2

Investimenti da sette miliardi di Euro nei prossimi dieci anni

Urbeaero Urbeaero

Il Gruppo Deutsche Post Dhl, riferimento mondiale nel settore logistico, punta deciso alla riduzione delle emissioni di CO2 del suo business ed annuncia investimenti da 7 miliardi di Euro per i prossimi 10 anni. Dal 2008, il Gruppo ha avuto obiettivi ambiziosi di sostenibilità, ad esempio per quanto riguarda la riduzione della CO2. Nel 2017 il Gruppo è diventato la prima società di logistica al mondo di fissare un obiettivo di ridurre a zero le sue emissioni di gas serra entro il 2050. A tal fine, la società offre numerose soluzioni innovative per rendere le supply chain più sostenibili ed aiutare i clienti a raggiungere i loro obiettivi ambientali. "Strategy 2025", introdotta nel 2019, è il piano strategico che considera la sostenibilità una componente fondamentale della strategia aziendale.

Nazzarena Franco, CEO Dhl Express Italy ha commentato: "Anche in Italia ci siamo già attivati per contribuire a rendere sempre più sostenibile l’impatto del nostro business per l’ambiente e le persone. Ne sono un esempio tangibile i primi due interventi già portati a termine per la Facility di Campegine (Reggio Emilia) e per il nuovo hub di Malpensa che rientrano in un ampio piano di investimenti da 350 milioni di Euro destinati al nostro Paese entro il 2022. In entrambi i casi, abbiamo puntato a creare nuovi contesti lavorativi attenti al benessere e alla sicurezza delle persone che vi lavorano, con strutture e impianti dotati delle più avanzate tecnologie green e certificazioni ambientali. Non si tratta di iniziative sporadiche ma di un impegno concreto a cui tutto il Gruppo crede fermamente".

Entro il 2030, le misure messe in campo per ridurre le emissioni di CO2, riguarderanno l’utilizzo di combustibili alternativi per quanto riguarda gli aerei, l'espansione della flotta di veicoli a zero emissioni e la costruzione per le sue sedi di edifici a risparmio energetico. In linea con l’accordo climatico di Parigi e nel rispetto del proprio obiettivo, annunciato nel 2017, di arrivare entro il 2050 ad avere un business ad emissioni zero, il Gruppo è già impegnato per ridurre le sue emissioni di gas entro il 2030. Oltre al suo impegno per l'ambiente, il Gruppo definisce anche obiettivi e misure chiare nei settori della responsabilità sociale e della governance.

Nella lotta contro i cambiamenti climatici, Deutsche Post Dhl Group è impegnata in ambiziosi obiettivi di riduzione della CO2. Nel 2020, le emissioni sono state 33 milioni di tonnellate. Oggi la Società si impegna a ridurre entro il 2030 queste emissioni annuali di CO2 del Gruppo a meno di 29 milioni di tonnellate: sarebbero state 46 milioni senza le misure della roadmap di sostenibilità presentata oggi. Per brevi distanze e l'ultimo miglio, il Gruppo sta continuando ad implementare l'elettrificazione della sua flotta di veicoli: entro il 2030, il 60% dei veicoli di consegna a livello globale dovranno essere alimentati da combustibili sostenibili.

Il Gruppo Deutsche Post Dhl continua a promuovere l'inclusione e le pari opportunità all'interno dell'organizzazione. La proporzione di dirigenti femminili aumenterà ad almeno il 30% entro il 2025. Il Gruppo si impegna anche ad investire ogni anno l'un percento dei suoi profitti netti in programmi e iniziative di impatto sociale. Il programma GoTrade, lanciato nel 2020, si concentra sulla donazione a piccole e medie imprese dai paesi in via di sviluppo per facilitare l’accesso ai mercati globali e quindi consentire il commercio internazionale. Il programma di risposta alle catastrofi ambientali, GoHelp, fornisce assistenza logistica di emergenza in maniera veloce e gratuita in caso di disastro. Il Gruppo continua, inoltre, ad espandere il suo programma GoTeach, il che migliora il livello occupazionale dei giovani che vivono in circostanze socialmente svantaggiate a causa della povertà, perdita di persone care o in fuga dal disastro, preparandole con le competenze necessarie per il mondo del lavoro.

Deutsche Post Dhl Group ha introdotto regole più rigorose per quanto riguarda la buona governance aziendale e per questo, in futuro, il sistema di remunerazione del consiglio di amministrazione sarà allineato ancora più strettamente con lo sviluppo del business sostenibile. Il Gruppo si è, inoltre, impegnato ad aggiornare il codice di condotta per i fornitori quindi le regole e gli standard descritti in esso sono stati allineati ancora più strettamente con i criteri di sostenibilità.