Insufficienti le risorse del recovery plan per le infrastrutture

Lo sostiene Pietro Salini, ad di Webuild: l'emergenza occupazionale resta la priorità assoluta

Possiedi già un account?

Registrati per accedere gratuitamente nelle successive 24 ore a tutti i contenuti prodotti o Accedi impiegando le tue credenziali personali

"Le risorse previste del recovery plan per investimenti in infrastrutture non sono sufficienti". Lo ha detto Pietro Salini, amministratore delegato di Webuild, in un’intervista al programma Restart su Rai2 commentando la necessità di investimenti in infrastrutture che siano volano per la crescita economica e per la creazione di nuovi posti di lavoro. L’emergenza occupazionale resta infatti la prio...