Ponte della Magliana, quasi ultimati lavori riqualificazione

Riapertura prevista per sabato 3 aprile

Prevista per sabato 3 aprile 2021 alle ore 6:00 la riapertura al traffico del Ponte della Magliana nella carreggiata in direzione di Roma centro dopo il completamento della terza ed ultima fase dei lavori di riqualificazione. In fase conclusiva gli interventi sulla sede stradale, sui giunti di dilatazione e la segnaletica, coordinati dal Dipartimento Lavori Pubblici. Completate nelle settimane scorse le operazioni sulla parte strutturale del ponte, sostituite tutte le barriere di sicurezza, riqualificata la rete idraulica con l'impermeabilizzazione della struttura. I lavori hanno rispettato il crono-programma iniziale, coordinato dal Dipartimento Simu di Roma Capitale, ed eseguiti appositamente in un periodo con minori flussi di traffico, dovuti all’emergenza covid-19 e all’attuale regime di smart working. “Finalmente dopo decenni restituiamo al Ponte della Magliana nuova funzionalità e maggiore sicurezza, soprattutto per migliaia di cittadini che ogni giorno lo percorrono per spostarsi nel quadrante sud della città. Abbiamo scelto di realizzare i lavori in questi mesi di difficile convivenza col virus per velocizzare le operazioni ed essere pronti a ospitare importanti eventi sportivi per Roma, primo fra tutti la Formula E – Prix in partenza tra pochi giorni e gli Europei di calcio a giugno”, spiega la sindaca Virginia Raggi. “Come promesso siamo riusciti a completare i lavori di riqualificazione del Ponte della Magliana rispettando i cronoprogrammi, in tempo utile anche per lo svolgimento della gara di Formula E che la nostra città ospiterà nel weekend del 10 e 11 aprile. È un intervento da tempo necessario per la nostra città. Da tanti anni non veniva eseguita, infatti, la manutenzione completa del ponte, sia sulla parte strutturale sia sulla sede stradale. Ora, una delle infrastrutture più utilizzate del quadrante sud della città è più sicura e funzionale”, precisa l’assessore capitolino alle Infrastrutture, Linda Meleo.