Atac: "Sanificazioni quotidiane anti-covid attive da febbraio 2020"

L'azienda romana lo ha precisato dopo i controlli dei Nas

Anas Anas

Le sanificazioni di mezzi e infrastrutture del trasporto pubblico sono attive e quotidiane sin da febbraio del 2020. Lo ricorda Atac in relazione a notizie di stampa che riportano della campagna di controlli svolta da Nas e Arpal al fine di verificare la corretta applicazione delle misure di contenimento epidemico nell'ambito dei servizi di trasporto pubblico. L'azienda sottolinea che tali attività sono state organizzate proprio allo scopo di prevenire la diffusione del Coronavirus e in linea con le indicazioni pervenute da Enti ed Autorità competenti. Ciò ha condotto al piano di sanificazione straordinaria quotidiana di tutti i mezzi del trasporto pubblico e delle infrastrutture. Da oltre un anno, dunque, Atac assicura la sanificazione quotidiana e potenziata delle cabine di guida/condotta di bus e treni metroferro e dei locali di lavoro e la sanificazione straordinaria quotidiana delle superfici a contatto con il pubblico per i mezzi di superficie e metroferro. Proprio ieri sono stati resi noti i già citati risultati dei controlli dei Nas dei Carabinieri, con la città di Roma protagonista di scoperte non proprio positive.

In effetti, tra i tamponi di superficie raccolti, sono stati accertati 32 casi di positività per quel che riguarda la presenza di materiale genetico legato al covid-19 che si trovava nei mezzi in questione, operativi su linee di trasporto pubblico nelle città di Roma, Viterbo, Rieti, Latina, Frosinone, Varese e Grosseto, dunque sono coinvolte anche regioni come la Lombardia e la Toscana. Il riscontro della presenza di materiale genetico del virus sulle superfici dei mezzi di trasporto rileva con certezza il transito e il contatto di individui infetti a bordo del mezzo, determinando la permanenza di una traccia virale (ad esempio su pulsanti e maniglie).