L'evoluzione delle professioni nel settore logistica e spedizioni

In pubblicazione a giugno "Disclosing the forwarding world"

Urbeaero Urbeaero

In occasione del suo 75° anno di storia, Fedespedi si è posta l’obiettivo di guardare al futuro della categoria delle imprese di spedizioni internazionali per restituire agli associati idee, esperienze, dati che permettano loro di affrontare al meglio le sfide che attendo le imprese nei prossimi anni. Fedespedi si è, dunque, concentrata sull’aggiornamento delle competenze e sull’innovazione organizzativa, anche a seguito degli effetti della pandemia: il Covid-19, infatti, ha accelerato i tempi di un cambiamento già richiesto alle imprese dal mercato e dalla globalizzazione.

Per questo nel 2020, Fedespedi ha avviato con il partner ODM Consulting, la società di consulenza HR di Gi Group, il progetto "Disclosing the forwarding world", come riflessione profonda sul futuro delle professioni nel settore delle spedizioni e sulla loro promozione nell’attuale mercato del lavoro, con l’obiettivo di supportare le imprese in questo fondamentale processo di evoluzione interna. Il progetto, che sarà ultimato e pubblicato a giugno 2021, è stato coordinato dal Training & Development Advisory Body di Fedespedi, coinvolgendo numerose imprese associate a Fedespedi e le persone che ne fanno parte, al fine di tracciare le possibili evoluzioni di ruoli, competenze, career path nelle imprese di spedizioni internazionali, declinando i risultati finali per PMI e grandi aziende.

"Per comprendere meglio le sfide generate dai cambiamenti imposti dalla pandemia, così veloci, dirompenti e pervasivi, Fedespedi ha deciso di commissionare a un partner esperto un’analisi strategica delle dinamiche in atto, con un focus sull’evoluzione dei ruoli del nostro comparto per i prossimi 3-5 anni" - ha spiegato Guglielmo Davide Tassone, presidente del training & development advisory body di Fedespedi – L’importanza del settore è stato elemento distintivo durante questo ultimo anno: il nostro obiettivo è di fornire alle nostre imprese uno strumento aggiornato e innovativo, utile a individuare soluzioni efficaci, in ambito organizzativo e di gestione delle risorse umane, con particolare attenzione alle evoluzioni delle funzioni tipiche della nostra attività, alle trasformazioni previste per i diversi ruoli individuati e alle competenze del futuro per le imprese di spedizioni internazionali. Il focus è quello di attrarre sempre più i giovani e invogliarli a essere parte integrante di un settore in trasformazione e fortemente dinamico, dove l’analisi dei trend e delle competenze acquisite, durante il percorso di studi e poi sul campo, delineano lo sviluppo strategico del settore stesso".

"Credo che quella delle competenze sia la prossima grande sfida per le imprese in qualsiasi settore - ha commentato il presidente di Fedespedi, Silvia Moretto - La pandemia ci ha insegnato quanto flessibilità e visione sul futuro permettano alle organizzazioni di essere resilienti e di trarre nuova forza da una situazione di crisi. Sono convinta che questo sia possibile anche grazie a un capitale umano formato e competente. Per questo credo che l’attività di employer branding sia una grande opportunità, una scelta strategica per le nostre imprese. È importantissimo saper comunicare ai giovani talenti, che sono il nostro futuro, quali competenze sono necessarie per lavorare nelle imprese di spedizioni internazionali, quali le opportunità di carriera e i percorsi per raggiungere l’obiettivo desiderato. Solo così saremo in grado di attrarre le migliori risorse per far crescere le nostre aziende nel ‘new normal’ imposto dalla pandemia".

"Il confronto e la condivisione con le aziende ci ha permesso di approfondire la conoscenza del settore delle spedizioni internazionali"- ha commentato Rossella Riccò, senior HR Consultant - responsabile area studi e ricerche di ODM Consulting, e coordinatrice del progetto di ricerca – "Lo studio, che sarà presto ultimato, ci ha permesso di individuare e dettagliare cinque principali evoluzioni di contesto (organizzativa, tecnologica, di mercato, socio-politica e normativa) e di definire il flusso della catena del valore delle spedizioni internazionali, focalizzando l’analisi evolutiva sui ruoli caratteristici di 9 funzioni chiave del settore, chiarendo per ciascuna di loro quali sono le fondamentali competenze soft e tecniche. Attraverso i 5 focus group realizzati, sono stati mappati e posizionati all’interno della Star Matrix 45 ruoli nel perimetro di analisi e altri 17 esterni ad esso, distinguendo fra quelli che, alla luce dei fattori di contesto, tenderanno nei prossimi anni a veder crescere, rimanere stabile o perdere la loro importanza. Abbiamo anche dedicato due focus group alla creazione di 16 job profile che identificano lo scopo del ruolo, le responsabilità, le competenze, i possibili percorsi di crescita nel settore e che potranno essere messi a disposizione delle aziende del settore. Il lavoro realizzato insieme a Fedespedi potrà accompagnare le aziende nelle scelte future, rispetto ai possibili sviluppi dei ruoli e alle competenze che sarà necessario sviluppare per essere capaci di restare al passo con la trasformazione del settore".