Salone di Shanghai, presentato taxi aereo elettrico 2X

Grazie alla collaborazione tra Volocopter e Geely

Ferrovie dello Stato ItalianeFerrovie dello Stato Italiane

Il Salone di Shanghai è iniziato da pochi giorni e nelle ultime ore ha riservato una presentazione molto interessante, quella del taxi aereo elettrico 2X che ha subito attirato l'attenzione degli appassionati di veicoli in generale. Si tratta del modello progettato e sviluppato da una società tedesca, Volocopter, ed è dotato di 18 rotori. Tutto questo è stato possibile grazie alla collaborazione strategica con Geely, conglomerato cinese che è attivo nel settore automotive. Si punta a questo punto al sostegno della mobilità aerea urbana nel mercato della Nazione asiatica, sfruttando aereotaxi elettrici a decollo ed atterraggio verticali. Florian Reuter, amministratore delegato di Volocopter, ha così commentato l’innovazione: "La leadership di mercato di Geely in Cina e l'approccio lungimirante all'espansione delle opzioni di mobilità ne fanno un partner inestimabile per portare la mobilità aerea urbana in questo Paese, uno dei mercati più promettenti per l'industria a livello globale".

Ma quali sono le caratteristiche principali del mezzo a cui si sta facendo riferimento? La sicurezza e le basse emissioni di rumore sono due vantaggi di non poco conto, con le nove batterie che sono intercambiabili per l’alimentazione dei 18 rotori. La sicurezza degli atterraggi, inoltre, non viene meno neanche se uno o più rotori si guastano. Le pale sono più piccole ed il caratteristico ronzio che ci si potrebbe aspettare è stato "attenuato" in un suono che ricorda un alveare. Il taxi aereo elettrico 2X è dotato di due posti e finora i programmi di sperimentazione si sono conclusi con buoni risultati. In futuro ne verrà proposto uno di quinta generazione, quello che è già stato ribattezzato VoloCity e che sta attendendo le necessarie certificazioni: le premesse per dominare un mercato tanto particolare ci sono tutte.

Quando

Dove