Cresce del 50% il mercato delle navi usate

Nel primo trimestre 2021 le transazioni sono state pari a 590 unità per 40 milioni di tonnellate di portata lorda

Fincantieri

È in crescita vertiginosa il mercato degli scambi di navi usate. Lo indica una nuova ricerca di Clarkson research services secondo cui, nel primo trimestre 2021, il volume delle navi passate di mano è stato tale che, se continuasse a crescere con questa velocità, sarebbe il livello più alto visto dal 2007. L'aumento delle vendite delle navi di seconda mano è diventato evidente nell'ultimo trimestre 2020: sempre secondo Clarksons, nel primo trimestre del 2021 le transazioni di navi usate è stato pari a 590 unità per 40 milioni di tpl, cioè di tonnellate di portata lorda, e anche per il mese di aprile i dati rimangono su questi livelli.

Nel primo trimestre 2021 il mercato delle vendite delle navi è aumentato vertiginosamente: le portarinfuse hanno raggiunto il record di 19 milioni di tpl, le portacontainer sono aumentate con un record pari a 122 navi per 0,4 milioni di teu, il cui 90% della capacità è stato nel mercato del charter. Inoltre per le navi cisterna, il quarto trimestre del 2020 e il primo trimestre del 2021 hanno rappresentato in assoluto i due trimestri più forti mai registrati a oggi.

Complessivamente, nel semestre ottobre 2020-marzo 2021 si è registrata una crescita del 50% della capacità venduta rispetto al semestre in assoluto più forte monitorato da Clarksons. "Di questo passo - dicono da Clarksons - oltre il 7% del tonnellaggio globale potrebbe cambiare proprietà nel 2021, rispetto a una media del 4% a confronto con l'ultimo decennio (con un picco del 9% nel 2004). Come era prevedibile l'andamento del mercato, da settembre scorso ad oggi, ha determinato l'aumento del 33% dei prezzi delle navi, rispetto ai sette anni precedenti".