La Freccia di maggio al giro d’Italia

Mobilità dolce tra luoghi danteschi, santuari, borghi storici, tesori enogastronomici

La Freccia di maggio accompagna il 104° Giro d’Italia, racconta il Paese che i ciclisti percorreranno, le sue ricchezze e la sua gente chiamata a "pedalare" per rimettere in moto economia e turismo colpite dalla pandemia. 

La competizione sportiva, di cui Trenitalia è Official Green Carrier, metafora di questa voglia di ripartire, vedrà sfidarsi dall’8 al 30 maggio 184 ciclisti. Si parte da Torino per tornare al Nord, raggiungere il tradizionale traguardo di Milano, dopo aver attraversato paesaggi di vero incanto, percorso chilometri di sterrato e salite estreme. Un’occasione, anche per La Freccia, per raccontare luoghi ricchi di storia e cultura, come la prima Capitale nel 160° anniversario dell’Unità d’Italia o i luoghi di Dante a 700 anni dalla morte del Poeta, e perle naturalistiche come la Regina delle Dolomiti o le grotte di Frasassi. Ma anche per assaporare le eccellenze enogastronomiche di un territorio che ne offre numerose varietà, tra vini rinomati, prodotti tipici e ricette stellate.

E per festeggiare i 90 anni della celeberrima Maglia rosa, indossata per la prima volta da Learco Guerra nel 1931, La Freccia intervista Steve Smith, brand manager dell’azienda Castelli che realizza il capo tanto ambito dai ciclisti. 

Riflettori puntati anche sull’evento Road to Rome, organizzato per i 20 anni dell’Associazione europea delle Vie Francigene: un grande cammino, da Canterbury a Santa Maria di Leuca, da percorrere con il supporto del treno sul tratto italiano. E poi, nel mese dedicato al culto della Madonna, spazio ai viaggi nell’arte, tra santuari e chiese d’Italia, e agli itinerari per scoprire la secolare tradizione delle infiorate, dalla Sicilia all’Umbria.

Rosanna Mazzia, presidente dell’associazione Borghi autentici d’Italia, ci conduce alla scoperta dei luoghi più caratteristici della Calabria, mentre il viaggio slow - a piedi, in bici o col treno - è il filo conduttore della Primavera per la mobilità dolce organizzata dalla rete Amodo.

Le due ruote sono protagoniste anche nell’ex magazzino di Rfi a Cernusco sul Merate, in provincia di Lecco, trasformato in un deposito per biciclette gestito da una cooperativa che offre lavoro a ragazzi con disabilità.

Da non perdere l’affresco dell’isola d’Elba, per conoscere i luoghi di Napoleone Bonaparte a 200 anni dalla sua morte, e le opere d’arte a cielo aperto nelle piazze e nelle stazioni italiane.

La Freccia di maggio si può sfogliare e leggere in formato digitale, su FS News, e su carta nei FRECCIALounge e FRECCIAClub, in copia cellofanata e personale, che i lettori potranno prendere e portare via. Inoltre, il magazine sarà distribuito in tutte le tappe del Giro d’Italia, dall’8 al 30 maggio. I contenuti del mensile di FS Italiane si possono leggere anche attraverso il canale Telegram FS News e i profili Twitter @fsnews_it e @LaFreccia_Mag.