Liguria, confermato l'alleggerimento dei cantieri nei fine settimana

Riunione tra Regione, Comune, Mims e Anas: fino al 15 giugno stop ai lavori nei week end

Anas Anas

"Le società concessionarie hanno confermato l’alleggerimento di tutti i cantieri per tutti i fine settimana fino al 15 giugno". Lo ha dichiarato l’assessore alle Infrastrutture della Regione Liguria Giacomo Giampedrone al termine della riunione del tavolo operativo di monitoraggio dei cantieri autostradali che si è svolta ieri in videoconferenza con il direttore del Mims Felice Morisco, l’ispettore Placido Migliorino, insieme ai rappresentanti delle società concessionarie, di Anas e del Comune di Genova. "Per quanto riguarda il viadotto autostradale Valle Ragone sull’autostrada A12 tra Sestri Levante e Lavagna, interessato da 48 ore da una limitazione per i mezzi pesanti superiori alle 3,5 tonnellate, l’obiettivo condiviso è di ripristinare la normale viabilità a partire dal pomeriggio di domenica 16 maggio", sottolinea l'assessore.

"Per il prossimo fine settimana del 15 e 16 maggio - aggiunge Giampedrone - è confermata anche la sospensione dell’intervento sulla A10 tra Prà e Pegli per il quale, tuttavia, Autostrade per l’Italia ha segnalato la necessità di una riprogrammazione dei lavori prima del 15 giugno: su questo abbiamo concordato la convocazione di una riunione ad hoc martedì prossimo per concordare un piano dei lavori che impatti il meno possibile sul traffico quotidiano del nodo genovese".

"Su tutto il resto della rete ligure - prosegue Giampedrone - sono confermati i cantieri già programmati durante la settimana, con un alleggerimento dalle 14 del venerdì fino al lunedì mattina alle 6, oppure alle 10 sulla riviera di ponente, come Regione Liguria aveva chiesto". Il tavolo ristretto valuterà anche tutte le eventuali lavorazioni necessarie e non procrastinabili da programmare nel periodo estivo, sempre ad esclusione dei fine settimana. "Ovviamente l’ipotesi di ripristinare alcuni cantieri durante il periodo estivo – conclude Giampedrone - dovrà riguardare quelli assolutamente prioritari e più urgenti, con la necessità imprescindibile di trovare soluzioni che impattino il meno possibile sul traffico, in un periodo strategico per l’economia e il turismo di questa regione e con lo scopo di non aggravare eccessivamente le successive fase di cantierizzazione dal mese di ottobre".