Paolo Piacenza nuovo segretario generale del porto di Genova

L'Autorità di sistema portuale lo ha nominato in sostituzione di Marco Sanguineri

Fincantieri

È stato nominato il nuovo Segretario generale dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale. Si tratta di Paolo Piacenza, attuale direttore dello Staff governance demaniale, piani d'impresa e società partecipate. In passato Piacenza ha ricoperto numerosi incarichi in qualità di esperto in tema di sviluppo delle infrastrutture strategiche e partenariato pubblico-privato presso la segreteria tecnica della Presidenza del Consiglio dei ministri: è stato membro del gruppo di lavoro presso il ministero per le Politiche europee per l’elaborazione della strategia nazionale appalti pubblici e concessioni, ha partecipato al pool di legali di Infrastrutture Lombarde nella realizzazione di Expo 2015. Laureato in giurisprudenza e dottore di ricerca in diritto amministrativo, il nuovo Segretario generale succede a Marco Sanguineri che mantiene l’incarico di direttore della Pianificazione e sviluppo.

Il presidente dell'Adsp, Paolo Emilio Signorini, una volta approvata la nuova nomina del Segretario generale, augurando buon lavoro al neo eletto, ha rinnovato i propri ringraziamenti all’uscente Marco Sanguineri, per l’impegno e la professionalità dimostrata nel corso del suo incarico, durante il quale l’Autorità ha affrontato grandi emergenze, dal crollo del ponte Morandi alla pandemia da covid-19.

Per quanto concerne gli indennizzi previsti dall’art.199, Legge 77 e dal comma 15 bis art. 17, (Legge 84/94) sono stati approvati rispettivamente i contributi in favore della Compagnia Culmv Paride Batini di Genova e della Compagnia Culp Pippo Rebagliati di Savona. Nello specifico, per la Compagnia portuale genovese è stato deliberato un contributo pari a Euro 119.695, relativo alle minori giornate di lavoro svolte nel periodo tra settembre e dicembre 2020, e un contributo di 566.427,25 Euro in relazione ai percorsosi di formazione svolti nello stesso periodo. A favore della Compagnia portuale di Savona, invece, sono stati riconosciuti un contributo pari a 356.729,77 Euro per il reimpiego del personale non idoneo allo svolgimento delle operazioni portuali e un contributo di 191.551,53 Euro per le spese di formazione sostenute durante il periodo agosto- dicembre 2020. Inoltre, nel corso della riunione, è stato recepito e approvato il rinnovo del Contratto collettivo nazionale dei lavoratoti dei Porti sottoscritto il 24 febbraio 2021 che durerà fino al 31 dicembre 2023.