info

directions_boatConvegno cargo aereo, Minenna (ADM): "Troppi controlli nella logistica"

Oggi si è presentato lo studio commissionato e realizzato da Trt

Nel corso della giornata odierna, lunedì 26 ottobre 2020, si è svolto il convegno digitale di presentazione del secondo studio dell’Osservatorio cargo aereo, progetto di analisi del settore nato per iniziativa di Anama (Associazione nazionale agenti merci aeree) e del Cluster cargo aereo (Anama, Assaeroporti, Assohandlers ed Ibar). Lo studio è stato commissionato e realizzato da Trt, Trasporti e Territorio che ha sviluppato una ricerca sui principali aeroporti italiani –Milano-Malpensa, Bergamo-Orio al Serio, Roma-Fiumicino, Venezia e Bologna– nel confronto con gli scali europei di Francoforte, Monaco, Parigi-"Charles De Gaulle", Amsterdam-Schiphol, Lussemburgo. Tra gli interventi più attesi c’era quello del direttore dell’Agenzia delle Dogane e monopoli, Marcello Minenna.

Secondo Minenna, per i porti e la logistica del nostro Paese ci sono fin troppi controlli. I numeri parlano chiaro; le 133 verifiche infrastrutturali e le 17 pubbliche amministrazioni nei porti, oltre ai 400 controlli e alle 27 pubbliche amministrazioni che riguardano la logistica nazionale “non fanno onore all’Italia e alla nostra modernizzazione”. Secondo il direttore di ADM, si deve concentrare maggiormente l’attenzione sulla catena della logistica che ha a che fare con le esportazioni, il 70% delle quali non sono nazionali. Ecco perché, sempre secondo Minenna, non c’è ancora la possibilità di creare ricchezza. Interventi e proposte concrete: è questo quello che chiede l’Agenzia, nuove soluzioni per evitare che lo spreco di risorse nazionali continui anche in futuro.