FS, M5S: "Risultati notevoli, auspicabile confermare Battisti"

Apprezzamento per il lavoro dell'ad

"Nonostante tutti i problemi legati alla situazione economica, nel 2020 Ferrovie dello Stato si è confermata primo Gruppo industriale per investimenti tecnici con una somma di 9 miliardi di Euro del 5% più alta rispetto all'anno prima. Inoltre, nonostante le difficoltà legate al Covid-19, i ricavi sono stati pari a 10,8 miliardi: un dato da non sottovalutare, nell'anno del lockdown e delle limitazioni". Così hanno spiegato i senatori del Movimento 5 Stelle in Commissione Lavori Pubblici e Trasporti. "In più - hanno aggiunto - c'è da sottolineare il grande lavoro fatto in termini di sviluppo sostenibile e riconversione green dell'intera attività dell'azienda. In generale, questo triennio ha affermato FS come Gruppo decisivo nel contributo allo sviluppo del sistema paese. E lo diverrà ancora di più nel futuro prossimo, con l'Italia impegnata in investimenti infrastrutturali e trasportistici senza precedenti. Per tale motivo, sarebbe bene dare continuità all'attuale corso del gruppo delle Ferrovie dello Stato. Cambiarne la guida, potrebbe rappresentare un rimescolamento di carte pericoloso, visti i notevoli risultati raggiunti. Come Movimento 5 Stelle riteniamo auspicabile pertanto una continuità sulla base degli obiettivi di rilancio fissati in questo triennio”. La posizione pentastellata, dunque, rappresenta un importante investitura nei confronti dell’attuale amministratore delegato di Fs, Gianfranco Battisti, in previsione delle nuove nomine. Lo stesso Battisti è ancora in pole per la riconferma come ad dopo il buon lavoro svolto in questi anni, tenendo conto che dovranno essere gestiti molti soldi per quel che riguarda il PNRR (Piano Nazionale di Resistenza e Resilienza). Da qualche giorno, comunque, si parla anche della figura di Luigi Ferraris, consigliere di Psc, come alternativa in un complesso intreccio di posizioni e potenziali conflitti di interessi.