info

trainEconomic Corridor. Nasce la prima metropolitana in Pakistan

Il progetto è stato gestito da compagnie cinesi

Fede, unità, disciplina: sono questi i tre principi guida del Pakistan, gli stessi che con tutta probabilità hanno ispirato la costruzione e l’inaugurazione in queste ultime ore della prima metropolitana del Paese. Il progetto è stato reso possibile grazie a una serie di investitori cinesi e a un accordo tra Pechino e la Nazione asiatica che ha preso il nome di “Economic Corridor”. La prima linea ferroviaria di questo tipo è stata aperta al pubblico in un periodo storico non certo semplice per i trasporti: la città scelta è la seconda più grande di tutto il territorio pakistano, vale a dire Lahore. La località vanta undici milioni di abitanti e dunque si possono immaginare i flussi futuri per quel che riguarda i passeggeri.

Si tratta della cosiddetta “Orange Line” (Linea Arancione) e il merito della costruzione lo si deve a due compagnie che hanno sede appunto nell’ex impero celeste, vale a dire China State Railway Group e China North Industries Corporation. La gestione, inoltre, è stata affidata al Daewoo Pakistan Bus Service. Il costo stimato è stato pari a 1,6 miliardi di dollari: si sta parlando di quasi 30 chilometri di metropolitana, in parte sotterranei. I lavori sono cominciati cinque anni fa e i numeri sono davvero interessanti. L’Orange Line è caratterizzata da 26 stazioni, 24 delle quali sopraelevate, mentre il flusso di passeggeri dovrebbe aggirarsi attorno alle 250 mila persone giornaliere.