Auto. Volkswagen punterà fortemente sulle vendite digitali entro il 2023

Tutto pronto per la rivoluzione dei concessionari

L’aggettivo "digitale" sta conquistando un numero maggiore di case automobilistiche. Ne è un chiaro esempio quanto deciso nelle ultime ore dal Gruppo Volkswagen che intende investire in un nuovo tipo di vendite e, soprattutto, di concessionari. L’obiettivo è quello di rivoluzionare questa rete commerciale entro il 2023 tramite un investimento non indifferente.

Si sta parlando di diversi milioni di Euro, con i primi show-room che si adegueranno che non potranno che essere quelli presenti in Germania. L’investimento appena descritto è destinato a diventare il più massiccio in assoluto per quel che concerne le vendite al dettaglio del mercato teutonico. In aggiunta, si punta a velocizzare la transizione del brand tedesco verso una digitalizzazione vera e propria, tenendo sempre d’occhio gli sviluppi della mobilità elettrica.

Si tratta dei pilastri principali del piano strategico industriale che, non a caso, è stato ribattezzato "Accelerate": in pratica Volkswagen vuole dar vita ad una serie di modelli di business che abbiano come fondamento i dati, l’integrazione del software nel veicolo ed un’ecosistema digitale da sviluppare nel dettaglio. Nello specifico, il budget verrà utilizzato per la formazione relativa ai nuovi prodotti e servizi offerti dai concessionari, per aggiornare le stesse concessionarie, e per "spingere" sulla digitalizzazione dei canali di vendita rivolti ai veicoli nuovi e usati.

Nel corso della prossima stagione estiva, poi, l’azienda tedesca proporrà uno store online per i concessionari: per il momento, questo tipo di vendite riguarda soprattutto le auto elettriche della gamma ID, con tanto di modelli di agenzia rispetto a quelli tradizionali. In poche parole, il modello di agenzia è quello dal prezzo stabilito dalla casa automobilistica e non dal concessionario fisico. L’iniziativa verrà poi ripetuta in tanti altri Paesi in giro per il mondo, nella convinzione che il futuro sarà sempre più digitale.