Nissan rinvia lancio Ariya

Causa pandemia e crisi chip il debutto è spostato al prossimo inverno

Anas Anas

La crisi dei chip colpisce tutte le case automobilistiche causando seri problemi alla produzione. Proprio a seguito del problema della fornitura di semiconduttori di cui le moderne auto sono sempre più dipendenti e delle problematiche legate alla pandemia in Giappone, Nissan ha deciso di rinviare il debutto sul mercato del suo nuovo crossover elettrico Ariya. Secondo quanto riporta "Automotive News Europe", inizialmente le vendite in Giappone dovevano iniziare a metà del 2021. A seguito di tutte queste problematiche, i vertici del marchio hanno fatto sapere che la commercializzazione della Limited Edition del crossover a batteria che i giapponesi possono preordinare da oggi, è stata rinviata al prossimo inverno. Le vendite in America ed in Europa cominceranno circa due mesi dopo: i preordini per questi mercati dovrebbero iniziare comunque entro la fine dell'anno. 

Gli interessati, dunque, dovranno pazientare ulteriormente per mettere le mani su questo nuovo crossover. Ariya è il primo veicolo elettrico completamente nuovo di Nissan dal lancio della Leaf avvenuto molti anni fa. La nuova Nissan Ariya, che abbiamo già avuto modo di vedere da vicino, sarà proposta in cinque versioni differenti che si differenzieranno per l'architettura del powertrain e per la capacità della batteria. L'autonomia, per il modello in grado di assicurare la maggiore percorrenza, arriva sino a 500 km: il crossover offrirà potenze comprese tra 160 e 290 kW. Ci saranno anche modelli con il doppio motore e la trazione integrale che disporranno della tecnologia e-4Orce che permette una migliore ripartizione della coppia. Gli interni saranno particolarmente tecnologici: oltre alla strumentazione digitale ci sarà un infotainment connesso. Non mancherà il supporto agli aggiornamenti Ota che permetteranno di introdurre nel tempo nuove funzionalità.

Il listino per il mercato italiano non è ancora stato comunicato. Per quanto riguarda i prezzi, sembra che la versione d'ingresso possa costare circa 45 mila Euro ma, alla luce del ritardo della commercializzazione, è possibile che i dettagli sui prezzi arriveranno ancora tra qualche mese.