Il brevetto delle auto elettriche con batterie in verticale

Lo ha ideato una start-up che ha sede nel Regno Unito

Le auto elettriche stanno facendo spremere le meningi come non mani ai progettisti, soprattutto quelli che hanno a che fare con l’elemento determinante di queste vetture, le batterie. Uno studio condotto da un’azienda di Londra, Page-Roberts, vorrebbe rivoluzionare le tipiche piattaforme. Di solito si è abituati a vedere brevetti con il pacco batteria che è posizionato sotto il pianale ed in posizione orizzontale. Quella verticale non viene esclusa a priori, come ben confermato da questo brevetto della compagnia inglese che ha pensato come si potrebbero adattare in modo ottimale gli spazi dell’abitacolo.

L’obiettivo è quello di aumentare di circa trenta punti percentuali l’autonomia della vettura. La batteria può essere montata tra i due sedili, ma quelli posteriori devono essere rivolti al contrario, ossia con la seduta che guarda indietro. Sarebbe questo il modo per trovare lo spazio necessario al pacco batteria. La forma ricorda molto vagamente una piramide e le costruzioni di veicoli elettrici potrebbero essere facilitate, almeno in base a quanto riferito dalla start-up, senza dimenticare il guadagno di spazio utile. Allo stesso tempo, altri vantaggi potrebbero riguardare il comfort e l’aerodinamica delle macchine di cui si sta parlando.

Non ci sono proprio svantaggi? Secondo gli esperti del settore, il baricentro delle auto finirebbe per alzarsi, influenzano il modo di guidare del conducente, inoltre i passeggeri che siedono dietro e che si dovrebbero posizionare "al contrario" potrebbero non gradire questa soluzione. La soluzione è senza dubbio insolita e nuova, sta facendo storcere qualche naso, ma anche attirando su di sé grandissima attenzione. Come di consueto, trattandosi di un brevetto, non è scontato che si possa tramutare in qualcosa di concreto ed il progetto resterebbe di fatto teorico.