Più fermate a Ferrara e Rovigo per i treni dell'Alta Velocità

Individuate alcune importanti opportunità di integrazione

Rete Ferroviaria Italiana ha incontrato nei giorni scorsi le imprese ferroviarie di trasporto viaggiatori per verificare la possibilità di ripristinare alcune fermate dei treni AV nelle stazioni di Ferrara e Rovigo. E a seguito della definizione finale complessiva dell’offerta estiva ha potuto individuare alcune opportunità di integrazione dei servizi già concordati, ripristinando, in condivisione con le Imprese, 12 fermate tra Ferrara e Rovigo che saranno attivate entro fine giugno. I nuovi orari e le fermate saranno comunicate nel dettagli dalle Imprese ferroviarie. La rimodulazione dell’offerta sulla linea Bologna-Padova, che prevede comunque una riduzione di fermate e di servizi, è finalizzata ad assicurare livelli di puntualità adeguati durante i lavori di potenziamento della linea che impongono la circolazione su un solo binario tra Monselice e Terme Euganee, dal 13 giugno al 5 settembre 2021, per interventi alla Galleria del Catajo. I lavori consentiranno da dicembre 2021 di adeguare la linea agli standard prestazionali internazionali rispetto alla sagoma limite. La stazione di Ferrara è uno scalo passante della ferrovia Padova-Bologna ed è scalo di testa delle tratte Ferrara-Codigoro e Suzzara-Ferrara, gestite da FER, e della linea per Ravenna e Rimini, gestita da RFI. La stazione di Rovigo, invece, è posta sulla linea Ferrovia Padova-Bologna ed è origine delle linee per Chioggia e per Verona. È situata sulla linea elettrificata a doppio binario Padova-Bologna e da essa si diramano in direzione est, verso Adria e Chioggia (VE), la Rovigo-Chioggia a binario unico e non elettrificata, ed in direzione ovest, verso Legnago e Verona, la Verona-Legnago-Rovigo, anch'essa a binario unico e non elettrificata. Nei giorni scorsi la politica locale si era fatta avanti proprio in questo senso e le prime risposte cominciano ad arrivare.

Nascondi tra 5 secondi volume_off cancel