La precisazione di Atac: "Investimenti di Roma nel Tpl sono aumentati"

Azienda ha smentito alcune notizie apparse sulla stampa

L’azienda romana Atac ha voluto precisare quanto segue: "Negli ultimi anni, contrariamente a quanto riportato da notizie di stampa, gli investimenti sul trasporto pubblico da parte di Roma capitale sono aumentati significativamente. La dimostrazione più evidente sono le nuove 900 vetture bus, che entro fine anno saranno in servizio in città, frutto di investimenti sviluppati a partire dal 2016 dal socio unico e dalla stessa Atac. Parimenti risultano impegnate da parte di Roma Capitale per numerose attività già programmate gran parte delle risorse messe a disposizione dal governo per il rinnovo delle infrastrutture. La quota rimanente è in attesa delle convenzioni ministeriali propedeutiche al loro utilizzo. È quindi falso e inventato affermare che queste somme siano rimaste inutilizzate come riportato nell'articolo. Al contrario è stato invertito un trend che ha caratterizzato il trasporto pubblico romano, dove per lungo tempo non sono state stanziate risorse pubbliche non solo per il rinnovo del parco mezzi, ma anche per le infrastrutture. Non risponde al vero, inoltre, che le risorse investite dal Roma Capitale per l'acquisto dei nuovi bus dovranno essere restituite da Atac al socio. I mezzi, infatti, sono di proprietà di Roma Capitale e Atac ne fruisce in regime di usufrutto a titolo oneroso, nel pieno rispetto delle norme di legge con particolare riferimento al testo unico sulle società partecipate. Quanto agli incendi, come più volte comunicato, il fenomeno è in netta diminuzione (in calo di oltre il 60% il numero totale fra il 2017 e il 2020) grazie al rinnovo del parco mezzi di superficie e all'efficientamento dei servizi manutentivi. Gli eventi di incendi distruttivi di bus, inoltre, sono stati 63 fra il 2016 e il 2020 e non 170 come riportato e hanno riguardato in larga parte mezzi di età molto superiore alla vita tecnica utile. Ciò a conferma della parzialità e strumentalità dei dati riportati nell'articolo, che non tengono conto in alcun modo del contesto in cui la crisi Atac è maturata e dei notevoli progressi effettuati dall'azienda in questi ultimi anni grazie al supporto di Roma capitale, i cui risultati cominciano ad essere visibili già a partire dal 2019 con l'aumento dei volumi di produzione e il risultato economico positivo. Anche il risultato di bilancio 2020, nonostante la grave crisi vissuta da tutto il settore a livello nazionale, conferma la sostanziale tenuta della gestione, con un Mol ampiamente positivo nonostante la grave diminuzione dei ricavi da mercato provocata dalla pandemia, e il rispetto degli obblighi concordatari".

Nascondi tra 5 secondi volume_off cancel