Dalla Cina la nuova tecnologia per costruire porti intelligenti

Un rapporto del governo cinese indica che il flusso di merci nel paese è aumentato del 4,3% l'anno, arrivando a 14,55 miliardi di tonnellate nel 2020

La Cina ha migliorato l'automazione dei terminal container per costruire porti intelligenti e alla fine del 2020 aveva creato nove terminal container automatizzati, con sette ancora in costruzione. Il flusso di container nei porti del Paese ha raggiunto 260 milioni di unità equivalenti a venti piedi nel 2020, con un aumento annuale dell'1,2%, come ha dichiarato il ministero dei Trasporti in un rapporto. Nel documento, si legge che il flusso di merci nei porti è aumentato del 4,3% su base annua, arrivando a 14,55 miliardi di tonnellate nel 2020. La dimensione della flotta marittima cinese continua a crescere. Alla fine del 2020, aveva una capacità di 310 milioni di tonnellate di portata lorda, classificandosi al secondo posto a livello mondiale.