info

directions_carL'elettrico salverà il mondo. E anche i produttori di auto

Vendite in crescita. In nove mesi:+155%

C'è un'ancora di salvezza per il settore auto massacrato alla crisi generata dalla pandemia. Se nei primi nove mesi dell'anno le immatricolazioni, circa 972.000, sono scese del 34 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, a far sorridere i concessionari sono i veicoli elettrici. Le classifiche di vendita del comparto, sia quelle "full-electric" sempre più cercate dagli automobilisti sia le "bride plug-in", mostrano un segno positivo. Tra gennaio e settembre le immatricolazioni hanno superato il 3% del totale del venduto attestandosi a 30mila unità con un +155% . Una tendenza che ha fatto sì che i target fissati dalle principali case automobilistiche, sia in termini di vendita che di nuovi modelli offerti, non abbiano subìto significative variazioni al ribasso. Anzi i programmi produttivi e commerciali in alcuni casi sono stati incrementati. Certo in Italia si è ancora agli inizi. Il nostro Paese è uno dei più motorizzati del mondo ma i dati sull'elettrico sono ancora molto bassi se rapportati ai 2,3 milioni di auto elettriche immatricolate lo scorso anno nel mondo (dove ormai sono oltre 7,5 milioni).

Ma la tendenza lascia ben sperare per lo sviluppo futuro. A tracciare il quadro è lo Smart Mobility Report 2020 realizzato dall'Energy&Strategy Group della School of Management del Politecnico di Milano, giunto alla quarta edizione. ''Tra i fattori che hanno favorito la crescita - ha commentato Simone Franzò - direttore dell'Osservatorio Smart Mobility dell'E&S Group - ci sono certamente il rafforzamento degli incentivi all'acquisto, l'incremento dei modelli elettrificati (88 al primo semestre 2020, di cui 50 Phev e 38 Bev, in totale 26 in più rispetto all'anno prima) offerti in Italia dalle case automobilistiche, che hanno rivisto al rialzo i target di vendita dei prossimi anni, e l'ulteriore aumento dell'infrastruttura di ricarica: i punti di ricarica pubblici e privati a uso pubblico ad agosto erano oltre 16.000, il 20% in più rispetto a fine 2019''.