info

trainAl via i lavori per il treno ad alta velocità thailandese-cinese

La linea ferroviaria coprirà 253 chilometri

Un contratto strategico e atteso da tempo: stanno per partire in maniera spedita e convinta i lavori per la linea ferroviaria ad alta velocità che collegherà la Cina e la Thailandia, un progetto di cui si parla da tempo. I treni in questione partiranno da Bangkok per arrivare a Nakhon Ratchasima. L’obiettivo è quello di potenziare l’economia thailandese che in questo momento è fiacca e in difficoltà (non solo per la crisi innescata dal coronavirus). Oltre a questo intento, bisogna ricordare l’importanza di una nuova cooperazione ferroviaria con l’ex impero celeste, nella speranza che una rotta tanto strategica possa migliorare la competitività della stessa Thailandia. Bangkok si è detta molto fiduciosa per i prossimi sviluppi dell’infrastruttura, oltre che convinta di poter diventare un hub di riferimento per quel che riguarda i trasporti e la logistica all’interno dell’Asean.

Quest’ultima sigla sta a identificare l’associazione delle Nazioni del sud-est asiatico, un’alleanza economica che non può fare meno ovviamente dei collegamenti ferroviari. L’intesa è stata ribattezzata “Contratto 2.3” e prevede i sistemi elettrici della linea ad alta velocità, quelli di segnalamento, quelli di comunicazione e inoltre l’approvvigionamento delle carrozze necessarie. In aggiunta, sono stati resi noti i dettagli sulla formazione del personale e sulla manutenzione della tecnologia dei treni. La tratta ha una lunghezza complessiva di 253 chilometri, senza dimenticare che sono state coinvolte tre società, vale a dire le Ferrovie dello Stato thailandesi, China Railway International Co. e China Railway Design Corporation.