Auto. Lancia diventerà completamente elettrica tra il 2026 ed il 2030

Si perfeziona il piano di rilancio del brand piemontese

Un orizzonte temporale che è molto vicino ai giorni nostri. Il Gruppo automobilistico Lancia, protagonista di anni difficili negli ultimi tempi, vuole vivere un futuro con maggiori soddisfazioni e soprattutto all’insegna dell’alimentazione elettrica. Il brand, il quale è parte integrante del sodalizio industriale Stellantis, verrà rilanciato in grande stile, visto che attualmente si può fare affidamento soltanto su un modello, la Ypsilon (tra l’altro venduta esclusivamente nel nostro Paese). Il marchio piemontese manca dai mercati europei da diverso tempo ormai ed ora è tutto pronto per un ritorno di grande livello. Emblematiche sono le parole espresse dall’amministratore delegato di Lancia, Luca Napolitano. Secondo il manager, infatti, l’elettrificazione della gamma è un processo inevitabile e soprattutto irreversibile, visto che il mondo delle quattro ruote è interessato in misura crescente dalla transizione a cui si sta facendo riferimento. C’è un periodo molto preciso in tal senso. Si sta parlando dell’arco temporale compreso tra il 2026 ed il 2030, in pratica in concomitanza con quanto avverrà per il Gruppo Fiat. Dopo il 2030 tutte le auto della casa italiana quindi saranno completamente a zero emissioni. Roberta Zerbi è la nuova responsabile del marchio insieme ad Alfa Romeo per quel che riguarda il vecchio continente e negli ultimi giorni le sue dichiarazioni hanno fatto intendere quali saranno le strategie future. Ecco cosa ha detto in proposito: "La cosa che più mi entusiasma è che mi hanno assegnato due marchi italiani storici: Alfa Romeo rappresenta coraggio, passione, cuore e voglia di vincere; Lancia significa ingegno ed eleganza, anche se negli ultimi tempi, con l'unico modello Y, ha avuto una forte impronta femminile". C’è da capire a quale tipo di pubblico si rivolgerà il brand torinese da qui ai prossimi mesi.