Saipem lancia la tecnologia Suiso

Il nuovo marchio per la produzione di idrogeno verde verrà applicato per la prima volta al progetto Agnes, l’hub energetico offshore al largo di Ravenna

Eolico galleggiante, solare flottante ed energia marina. È questo il contenuto di Suiso, soluzione tecnologica per la produzione di idrogeno verde appena lanciato da Saipem. Il marchio, depositato presso l’Euipo, l'Ufficio dell’Unione Europea per la proprietà intellettuale verrà applicato per la prima volta al progetto Agnes, l’hub energetico offshore che Saipem, in partnership con Qint'x, intende realizzare al largo della costa adriatica di Ravenna.

Suiso integra in uno stesso sistema diverse fonti di energia rinnovabile come l’eolico galleggiante, il solare flottante e l’energia marina: l’obiettivo è quello di alimentare elettrolizzatori per la produzione di idrogeno verde installati su piattaforme offshore già esistenti. Una tecnologia che risponde alla crescente domanda di produzione di idrogeno verde e che consente, allo stesso tempo, la riconversione di infrastrutture marine nel settore oil&gas ormai giunte a fine vita: l’ossigeno che scaturisce da questo processo può essere utilizzato in vari ambiti come l’acquicoltura o la produzione di alghe.

"Il marchio Suiso è un esempio della capacità di Saipem di offrire soluzioni innovative e sostenibili per accompagnare i propri clienti nella transizione energetica - spiega Francesco Caio, amministratore delegato di Saipem - La soluzione è adattabile a molte tipi di siti marini e alle diverse necessità di produzione. Il know-how maturato nella progettazione e realizzazione di infrastrutture e impianti tecnologicamente avanzati consente a Saipem di coprire la catena del valore legata alla produzione di idrogeno verde e di essere un partner strategico nel percorso verso la net zero economy".