Press
Agency

Il premio Gold Award di RoSPA è andato al cantiere webuild del ponte San Giorgio

Assegnato dalla britannica Royal society for the prevention of accidents, ogni anno premia le organizzazioni mondiali più virtuose per impegno nella tutela della salute dei lavoratori sul posto di lavoro

Il cantiere Webuild del Ponte San Giorgio di Genova ha ottenuto il Gold Award 2021 assegnato da RoSPA, la Royal society for the prevention of accidents, istituzione britannica che ogni anno premia le organizzazioni di tutto il mondo più virtuose per l’impegno nella prevenzione degli incidenti e nella tutela della salute dei lavoratori sul posto di lavoro. la comunicazione arriva direttamente da Webuild che, in un comunicato ufficiale, evidenzia come, a un anno dall’inaugurazione del Ponte San Giorgio, il cantiere abbia visto Webuild distinguersi, nel 2020, per oltre 1 milione di ore lavorate senza infortuni gravi, con l’emissione di 137 Piani operativi di sicurezza e oltre 1.500 integrazioni successive. Oltre 300 le imprese della filiera che hanno lavorato con Webuild sul progetto per un cantiere operativo 7 giorni su 7, 24 ore al giorno, che ha rappresentato un vero e proprio modello di gestione di riferimento per il settore, sia per le procedure adottate in tema di health and safety che per la progettazione e l’esecuzione dei lavori.

Il riconoscimento internazionale appena ottenuto, fa sapere la società guidata dall'ad Pietro Salini, conferma l’eccellenza di Webuild sui temi health & safety, già sanciti con i RoSPA Award conseguiti nel 2020 con il programma di comunicazione e formazione "Valyou-Our Health and Safety Way" e con le performance del cantiere Cityringen a Copenaghen, in Danimarca. Per il Ponte San Giorgio, in linea con il programma di gruppo Safety Builders Program, all’avvio del progetto sono stati organizzati workshop e sessioni formative sul tema safety, dedicati a manager e preposti in tema di sviluppo della leadership. Significativo è stato anche il progetto di potenziamento delle competenze dei preposti e degli operatori coinvolti nei lavori in quota e spazi confinati, con il coinvolgimento di personale altamente specializzato.

Al Sistema sanitario nazionale è stato poi affiancato il Sistema di emergenza dedicato Cis, ossia Coordinamento interno soccorsi, che ha permesso di avere personale esperto sui luoghi di cantiere, una gestione autonoma delle piccole emergenze, formazione ed esercitazioni dedicate, ma anche supporto nella gestione delle emergenze in sinergia con il sistema di emergenza in quota e spazi confinati. A questo si è aggiunto poi un rigoroso protocollo anti covid‐19, per il contenimento dei rischi di contagio.

Simili

A14, la Regione e Autostrade incontrano i sindaci del territorio

Per il calendario dei cantieri lungo il tratto autostradale sud

Passato il periodo estivo con lo stop ai lavori, avviato dallo scorso 9 luglio, e constatato che la gestione dei cantieri attuata nei mesi di luglio e agosto da Società Autostrade su suggerimento delle... segue

Autovie Venete, da lunedì sera corsia ridotta sulla Tangenziale di Udine

Chiusura della corsia di marcia dallo svincolo di Basaldella in direzione nord alla cartiera di Romanello

Prosegue il cantiere per la costruzione delle barriere fonoassorbenti nell’area prospiciente l’autostrada A23 nella frazione di Basaldella (comune di Campoformido). A essere interessato dal prossimo int... segue

Domenica Maratona di Roma: prime chiusure al traffico già da domani

Deviate nove linee di bus ed altrettante sospese

Domenica è in programma la Maratona di Roma. Per l'allestimento delle strutture le prime chiusure scatteranno domani in via dei Fori Imperiali, tra largo Corrado Ricci e piazza del Colosseo, dalle... segue