Press
Agency

Secondo trimestre in ripresa per d'Amico international shipping

Approvato il resoconto intermedio consolidato relativo al primo semestre e al secondo trimestre 2021

"Nei primi sei mesi del 2021 il mercato delle product tanker è stato estremamente sfidante e questo spiega la perdita netta di 15,2 milioni di dollari, pari a oltre 12,7 milioni di Euro, generata da d'Amico international shipping nel periodo, e il confronto con i risultati della prima metà dello scorso anno, che annotano un profitto di 17,1 milioni di dollari (oltre 14,3 milioni di Euro). Nel secondo trimestre dell’anno, siamo stati però in grado di migliorare significativamente i nostri risultati rispetto al trimestre precedente: d'Amico international shipping ha, infatti, generato un risultato netto di 5,4 milioni di dollari (oltre 4,5 milioni di Euro) nel secondo trimestre 2021, rispetto a una perdita di 9,8 milioni di dollari (più di 8,2 milioni di Euro di rosso) del primo trimestre dell’anno". Per descrivere il momento di d'Amico international shipping, meglio di ogni altra considerazione, vale questa dichiarazione schematica di Paolo d’Amico, presidente e amministratore delegato dell'azienda di famiglia. Il cda della società leader a livello internazionale nel trasporto marittimo, specializzata nel mercato delle navi cisterna, ha approvato oggi il resoconto intermedio consolidato relativo al primo semestre e al secondo trimestre 2021. I numeri del primo semestre 2021 presentano, oltre al quadro di massima delineato dal manager, un ebitda di 33 milioni di dollari (oltre 27,7 milioni di euro, al 37,1% di margine), un cash flow operativo positivo di 18,5 milioni di dollari (15,5 milioni di euro), una posizione di liquidità pari a 48,7 milioni di dollari (quasi 41 milioni di euro) e un rapporto tra debito netto e valore di mercato della flotta pari al 64,9% a fine periodo.

"Malgrado alcune incertezze legate al diffondersi della variante delta del covid-19, le prospettive per il nostro settore sembrano essere piuttosto positive per la seconda parte del 2021 ed ancora di più per il prossimo anno - sottolinea Paolo d’Amico - Manteniamo un outlook molto positivo per il lungo termine, grazie a forti fondamentali sia dal lato della domanda che dell’offerta. La pandemia ha portato ad una contrazione senza precedenti dei margini di raffinazione, spingendo di fatto molte delle raffinerie più vecchie e meno competitive fuori dal mercato. Ci si aspetta, infatti - prosegue d'Amico - che molte delle raffinerie più obsolete presenti in Europa, Stati Uniti, Australia e Nuova Zelanda verranno sostituite da unità moderne presenti principalmente in Asia e in Medio Oriente. Oggi l'azienda - aggiunge d'Amico - può affrontare le sfide di mercato di breve termine e le innumerevoli novità normative, con una flotta estremamente giovane e quasi interamente Eco, una gestione tecnica di elevatissima qualità, una solida struttura finanziaria ed una comprovata strategia commerciale, con un buon livello di copertura sul breve termine".

FincantieriFincantieri

La media spot giornaliera di d'Amico international shipping è stata, nel primo semestre 2021, pari a 11.355 dollari (9.550 Euro) rispetto ai 21.238 dollari (17.862 Euro) dello stesso periodo dell'anno scorso. Nel secondo trimestre, il risultato spot è aumentato a 12.720 dollari (10.698 Euro) al giorno, pari a un incremento del 28,2% rispetto al primo trimestre del 2021. "Nei primi sei mesi dell’anno - spiega Carlos Balestra di Mottola, chief financial officer di d’Amico International Shipping - abbiamo, inoltre, beneficiato di un buon livello di copertura time-charter, pari al 48,1%, a una media giornaliera di 15.546 dollari (13.075 Euro). Questo - conferma Balestra di Mottola - ci ha consentito di ottenere una media giornaliera totale di 13.371 dollari (11.246 euro), sovraperformando notevolmente il mercato".

"Grazie al nostro piano di riduzione dell’indebitamento e di generazione di liquidità, implementato nel corso degli ultimi anni, attraverso la cessione di alcune navi ed aumenti di capitale - aggiunge Balestra di Mottola - oggi possiamo contare su una forte struttura finanziaria, un elemento strategico fondamentale per la nostra azienda. Alla fine di giugno 2021, avevamo disponibilità liquide pari a 48,7 milioni di dollari (40,9 milioni di Euro) e il rapporto tra la posizione finanziaria netta e il valore di mercato della nostra flotta era pari al 64,9%, rispetto al 68,5% di fine marzo 2021, al 65,9% di fine dicembre 2020, al 64,0% di fine 2019 ed al 72,9% di fine 2018. Ritengo che d'amico international shipping - conclude Balestra di Mottola - sia perfettamente posizionata per fronteggiare ogni difficoltà di mercato di breve termine, mantenendo una grande flessibilità strategica ed operativa grazie alla sua solida struttura patrimoniale, unita ad una strategia commerciale efficace che ci consentirà di beneficiare pienamente del prossimo ciclo positivo di mercato".

Documenti

Simili

Tutto esaurito oggi per la terza giornata del Nautico di Genova

Previsto sold out anche per la quarta giornata, domenica 19 settembre

Il meteo vacilla, il Salone Nautico di Genova no. Oggi, sabato 18 settembre, la kermesse ha mostrato un tutto esaurito che conforta l'organizzazione. Sostenuto il via vai tra gli stand del Salone,... segue

Azimut Grande Trideck vince il Design innovation award

Numero uno sul podio della categoria superyacht oltre i 24 metri

Nuovo riconoscimento dal Salone Nautico Internazionale di Genova per l’ammiraglia della collezione Grande di Azimut Yachts. Azimut Trideck, infatti, è risultato vincitore dei Design innovation award 20... segue

Salone nautico di Genova, assegnati i Design innovation award

9 premi per prodotti esposti che si sono distinti per ricerca, innovazione, qualità formale e tecnica, sostenibilità

È stato assegnato il Design innovation award, il premio istituito da Confindustria Nautica e I Saloni Nautici nel 2020 con l’obiettivo di sostenere e incoraggiare l’eccellenza della nautica e valorizzare l’in... segue