Press
Agency

Le auto elettriche sfrecciano, gli incentivi frenano

Secondo Motus-E, le vendite di Pev superano il 10% di quota di mercato. Unboom sostenuto dagli extra bonus che potrebbero esaurirsi a settembre

Le auto elettriche sfrecciano nel mercato. Le Pev, le auto alla spina Plug-in electric vehicle (somma di Bev, le auto elettriche a batteria e Phev, le ibride plug-in) vanno talmente forte nelle vendite che fanno sfrecciare anche le spese dei fondi dell’ecobonus, che potrebbero esaurirsi già a settembre. Lo attestano i numeri pubblicati da Motus-E, l'associazione che raggruppa tutti gli stakeholder della mobilità elettrica, secondo cui le vendite di auto elettriche a luglio 2021 sono cresciute del 208,22% rispetto a dodici mesi fa, con 11.401 unità vendute.

In particolare sono state immatricolate 5.086 Bev (auto elettriche a batteria), in rialzo del 217,6%rispetto a luglio 2020, e 6.315 Phev (ibride plug-in) in crescita del 201% rispetto alle vendite registrate a luglio dell’anno scorso. L’auto più venduta tra le full electric si conferma la Fiat 500E, con 5.893 unità immatricolate nei primi sette mesi dell’anno e un +13% solo nel mese di luglio. Al secondo posto, stabile, la Smart Fortwo con 3.930 unità (+9% rispetto al mese precedente), seguita dalla Renault Twingo, con 3.755 (+629 unità vendute a luglio). Tesla Model 3 resta al quarto posto con 3.124 unità vendute. Chiude la top 5 la Renault Zoe, con 2.418 unità (+253).

Sono tutti numeri importanti, che spingono la quota di mercato delle auto elettriche oltre la soglia del 10,32%: parliamo, rispettivamente, di un +4,6% per le Bev e +5,7% per le Phev. In complesso si tratta di una crescita di mercato di quattro volte rispetto all’anno precedente quando le prime erano solo all’1,17% e le seconde all'1,53%.

Anas Anas

Quello che mette in risalto Motus-E è l'importanza degli incentivi che però stanno per esaurirsi, secondo l'associazione. Il decreto Sostegni, infatti, fa notare Motus-E, "ha portato in dote un rafforzamento dell'extra-bonus per le auto che hanno da 0 a 60 grammi di CO2 per chilometro, rimpinguando con 200 milioni di Euro l'incentivo alle 61-135 gCO2/km esaurito da tempo. Fondi, questi ultimi, che finiranno con tutta probabilità nel giro di una decina di giorni, forse già in agosto", spiega Motus-E.

Il governo, dal canto suo, non ha previsto alcun rafforzamento dell’ecobonus, che rimane a 4.000 Euro per le Bev senza rottamazione di auto Euro 4 e a 6.000 Euro per quelle con rottamazione fino a Euro 4. Soldi che, si sono dimostrati il volano più efficace finora per il mercato delle elettriche. "Consultando il sito dell’ecobonus del Mise si vede il residuo di 40 milioni: è chiaro, quindi - sottolinea Motus-E - che i fondi si esauriranno ben prima della fine di settembre, considerando una media di spesa settimanale poco superiore ai 10 milioni di Euro".

Simili

Domenica Maratona di Roma: prime chiusure al traffico già da domani

Deviate nove linee di bus ed altrettante sospese

Domenica è in programma la Maratona di Roma. Per l'allestimento delle strutture le prime chiusure scatteranno domani in via dei Fori Imperiali, tra largo Corrado Ricci e piazza del Colosseo, dalle... segue

Carabinieri su controlli green pass Covid-19 sui bus di linea

Carabinieri Nas contestano 21 irregolarità

La recente introduzione delle disposizioni previste dal Dl n. 111 del 6 agosto 2021 ha previsto l’estensione del possesso obbligatorio della certificazione verde covid-19 ("Green Pass") per l’accesso anc... segue

Trasporto urbano sostenibile al centro Settimana europea mobilità

Circa tremila città partecipano in tutto il continente

Circa 3.000 città di tutta Europa partecipano alla Settimana europea della mobilità di quest'anno che, iniziata ieri, durerà fino a mercoledì 22 settembre. La campagna 2021, il cui tema è "Sicuri ed i... segue