info

directions_carLa Germania punta alla leadership dell'auto elettrica

Bmw vuole più di un milione di veicoli green entro il 2021, VW salirà al 60% nel 2025

I tedeschi hanno deciso che l'auto elettrica è diventata una priorità. Tanto che Bmw Group, entro la fine del 2021, punta ad avere più di un milione di veicoli elettrici e annuncia il lancio di 25 modelli elettrici entro il 2030, con investimenti per ricerca e sviluppo che, finora, superano i 4,2 miliardi di euro e sono in aumento del 9,4% rispetto al 2019. D'altronde la storia (e il sito Bmw) dice che già alle Olimpiadi estive del 1972, a Monaco di Baviera, una BMW 1602e completamente elettrica viaggiava davanti agli atleti durante le gare di resistenza per effettuare le videoriprese e rifornirli d'acqua se necessario.

La joint venture tra Bmw, Mercedes, Ford e Volkswagen sta realizzando nel Vecchio Continente 400 stazioni di ricarica veloce per auto elettriche: questo grazie ai finanziamenti dell’Ue e a investimenti da 34 milioni di sterline (oltre 37 milioni di euro). Le stazioni aumenteranno fino a raggiungere i 2.400 punti ricarica, tra cui la stazione di ricarica numero 100 a Rygge in Norvegia: sei punti di ricarica dove fare il pieno di energia con una potenza fino a 350 chilowatt. In Italia queste stazioni saranno realizzate grazie all'accordo con Enel X (20 siti di ricarica IONITY, ciascuno con un massimo di sei colonnine high-power con una potenza fino a 350 kW, ricarica in circa 30′).

I motori a combustione, nel 2030, costituiranno il 30% della produzione, i cambi manuali spariranno gradualmente. Audi potrà contare su quattro piattaforme elettriche coprendo tutti i segmenti del mercato. All’inizio del 2021 arriverà il suv compatto Q4 e-tron e il model year 2021 della gamma A4 oltre alle rinnovate sportive RS Q3, RS 4, RS5, RS6, RS7 ed RS Q8. Secondo Ola Kallenius, presidente e ceo del Gruppo Daimler "la prima berlina a zero emissioni, la EQS, con autonomia di 700 km uscirà nel 2021". E Mercedes proporrà l'anno prossimo cinque auto elettriche e altre dieci entro il 2025: l'obiettivo è avere in listino nel 2030 almeno il 50% di auto elettriche, sviluppando Amg, Maybach, G e Eq.

Non è da meno, anzi, Volkswagen. "Entro il 2025 la quota dei sistemi operativi e dei programmi nei modelli di Volkswagen salirà al 60% contro l’attuale 10%", sottolinea Christian Senger, ceo della divisione Carsoftware del Gruppo VW. Non a caso proprio il marchio di Wolfsburg ha raggiungo, fin d'ora, la testa delle immatricolazioni europee di auto elettriche.