Press
Agency

Partono da oggi i rimborsi autostradali

Aspi ha stanziato 250 milioni in 5 anni. Con l'app "Free to X" si può chiedere di essere rimborsati per disservizi alla rete

Da oggi gli automobilisti potranno chiedere il rimborso del danno subito in caso di ritardi durante un viaggio sulle rete autostradale dovuto ai cantieri. Parte, infatti, oggi mercoledì 15 settembre la misura decisa da Autostrade per l'Italia: si tratta del sistema cashback, modalità di rimborso agli automobilisti il cui viaggio è complicato dai lavori in corso. Condivisa con il ministero delle Infrastrutture e in fase di presentazione formale all’Antitrust la misura consente agli automobilisti di chiedere un rimborso del danno subìto in caso di ritardo per cantieri autostradali che potrà arrivare al 100% del pedaggio. Autostrade per l’Italia ha dedicato alla misura uno stanziamento di 250 milioni in cinque anni, compresi 77 milioni per i ristori delle agevolazioni tariffarie in Liguria.

Attenzione però, perché la valutazione dei ritardi considera un tempo di percorrenza standard di 100 chilometri all’ora per i veicoli leggeri e di 70 chilometri orari per i mezzi pesanti: si verrà rimborsati solo nel caso si siano incontrati cantieri che hanno limitato la viabilità riducendo le corsie. Al momento i cantieri attivi sono circa 300 in 2.855 chilometri di rete Aspi con 1.943 ponti e viadotti, 574 gallerie per 350 chilometri e 1.798 cavalcavia.

Per ottenere il rimborso si dovrà scaricare l’app "Free To X Cashback", l’applicazione attraverso cui segnalare i ritardi che vanno oltre i tempi normali di attraversamento di un percorso. L'app consentirà la registrazione dei rimborsi: l'app è sperimentale fino al 31 dicembre, mentre i pagamenti arriveranno da gennaio 2022. Il rimborso sarà più semplice nel caso di telepedaggio con la recezione automatica dei transiti rimborsabili e la conferma dei rimborsi proposti. Nel caso di pagamento con contanti o carte si invierà tramite app la foto della ricevuta prelevata al casello di uscita.

Anas Anas

Non sono considerati nel provvedimento, i lavori sulla corsia di emergenza e non sono considerati i ritardi subiti a causa del traffico nei giorni di punta (a meno che non si siano incontrati cantieri) o quelli dovuti ad altre cause, come per esempio un incidente o eventi metereologici.

Il rimborso sarà del 100% del pedaggio se, per esempio, entro i 30 chilometri si è avuto un ritardo di 15-30 minuti e se su un percorso di 150-249 chilometri si sono avute più di due ore di ritardo. Se, invece, sul percorso di 150-249 chilometri il ritardo accumulato è tra un'ora e 90 minuti il rimborso sarà del 75%.

Collegate

Autostrade, in arrivo il cashback per code e disagi

I rimborsi che riguarderanno gli automobilisti coinvolti nei disservizi stradali

Dopo mesi di sperimentazione, in arrivo una grande novità per gli automobilisti che prendono l'autostrada: il cashback per le code dovuto a disservizi e lavori in corso. Si tratterà di un ristoro c... segue

Simili

A14, la Regione e Autostrade incontrano i sindaci del territorio

Per il calendario dei cantieri lungo il tratto autostradale sud

Passato il periodo estivo con lo stop ai lavori, avviato dallo scorso 9 luglio, e constatato che la gestione dei cantieri attuata nei mesi di luglio e agosto da Società Autostrade su suggerimento delle... segue

Autovie Venete, da lunedì sera corsia ridotta sulla Tangenziale di Udine

Chiusura della corsia di marcia dallo svincolo di Basaldella in direzione nord alla cartiera di Romanello

Prosegue il cantiere per la costruzione delle barriere fonoassorbenti nell’area prospiciente l’autostrada A23 nella frazione di Basaldella (comune di Campoformido). A essere interessato dal prossimo int... segue

Domenica Maratona di Roma: prime chiusure al traffico già da domani

Deviate nove linee di bus ed altrettante sospese

Domenica è in programma la Maratona di Roma. Per l'allestimento delle strutture le prime chiusure scatteranno domani in via dei Fori Imperiali, tra largo Corrado Ricci e piazza del Colosseo, dalle... segue