info

directions_cartrainNuove risorse per il trasporto pubblico locale con la nuova legge di bilancio

Il governo ha già investito oltre 12 miliardi di euro nel tpl

"Con il disegno di legge di bilancio per il 2021 provvederemo a rafforzare ulteriormente gli strumenti a sostegno del trasporto pubblico locale e anche del scuolabus con l'obiettivo precipuo di continuare a garantire l'erogazione di questi servizi secondo le modalità definite dalle linee guida sanitarie". è questo il succo dell'intervento che il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Paola De Micheli ha fatto in commissione Istruzione del Senato. Il ministro ha ricapitolato i fondi già stanziati in questo periodo di emergenza covid per il trasporto pubblico locale, ribadendo che "verranno implementati con la legge di bilancio che a breve arriverà alle Camere".

Il ministro De Micheli, nell'intervento fatto in Commissione istruzione del Senato, ha sottolineato come, nell'ottica di una successiva riapertura, ci sia "bisogno, oltre che dell'implementazione del numero di mezzi, di un piano di orari delle città, che riguardano la scuola ma anche le attività produttive perché, ricordando che si parla di 22 milioni di persone, sul tpl tutti vanno insieme".

Ieri sempre il ministro De Micheli, intervenendo a un webinar di Key Energy Digital Edition di Italian Exhibition Group dedicato alla mobilità elettrica, ha ricordato come il governo abbia investito oltre 12 miliardi per rendere il trasporto pubblico locale più sostenibile e di qualità. Due le voci principali nel sostegno al trasporto pubblico locale: creazione di nuove linee dedicate al trasporto veloce di massa e acquisto di autobus a basse emissioni inquinanti, principalmente elettrici.

 “Queste risorse sono centrali per avviare un cambiamento negli spostamenti – ha detto il ministro - ma per incidere realmente occorrerà individuare un nuovo modello organizzativo della mobilità nelle città. La crisi del trasporto pubblico locale è evidenziata anche dai dati provenienti dal Cnel, secondo i quali nell’ultimo anno abbiamo assistito a un ritorno allo spostamento in auto nel nostro Paese a scapito del trasporto pubblico”.