Press
Agency

Masterplan, il piano di rigenerazione urbana della stazione di Padova

Il progetto dell'architetto Stefano Boeri in collaborazione con il Comune

Il piano di rigenerazione urbana della nuova stazione di Padova è stato presentato martedì 12 ottobre a Palazzo Moroni, in un incontro tra gli interessati volto a condividere visioni ed obiettivi che questo offre.

Chiamato Masterplan, questo è sviluppato dall'architetto Stefano Boeri, in collaborazione con il suo staff guidato da Corrado Longa. Il progetto punta a rimodellare la stazione sia dal lato del cento storico, che dal lato Arcella, aree di proprietà di Ferrovie conosciute anche come ex Ifip ed ex Pp1. Un quadrante che nei prossimi anni sarà centrale per la rimodellazione di una parte della tratta ferroviaria italiana, interessata dal passaggio dell’alta velocità Milano-Venezia, con la relativa realizzazione di una nuova stazione e di un nuovo cavalcavia a Borgomagno; la nuova linea del tram est ovest; le nuove aule di Ingegneria in Fiera, e la nuova Arena della Musica.

Per la realizzazione del Masterplan sono previsti 90.000 m2 di nuove aree verdi, la realizzazione di 3,5 km di viali alberati, la collocazione di 6.200 nuovi alberi e la costruzione di 3 km di piste ciclopedonali. Oltre l'Alta velocità, il punto forte del nuovo progetto è la realizzazione di un ponte che scavalcherà i binari, ad est del fabbricato viaggiatori, fruibile a biciclette e pedoni. Una "serra bioclimatica" con all'interno spazi e servizi per i cittadini. Sul lato Arcella, invece, è stata proposta la realizzazione di un padiglione per eventi e manifestazioni.

Anas Anas

Un progetto che punta a rendere il più possibile green il quadrante della città di Padova, per cercare di raggiungere un equilibrio tra i volumi edificabili, gli spazi culturali e urbani, le nuove residenze studiate per cittadini e studenti, gli alloggi per i turisti e gli spazi commerciali. Proposto anche l'interramento dell'attuale parcheggio a raso della stazione, per creare al suo posto un parco lungo i binari.

Alla presentazione del progetto, considerato l'incarico redazionale più complesso del Comune di Padova, hanno partecipato l’architetto Stefano Boeri, il sindaco Sergio Giordani, l’assessore all’urbanistica e alla mobilità Andrea Ragona, l’ingegner Giuseppe Romeo direttore investimenti area Nord Est di Rfi, Umberto Lebruto, amministratore delegato di Fs sistemi urbani, Agostino Candeo, per la proprietà dell’ area ex Ifip, Alberto Baggio e il professor Gino Zucchi per parco Antenore srl e l'area ex Pp1, e Fabio Bui, presidente della provincia di Padova.

Suggerite

Roma, le strisce blu non aumenteranno

La smentita del neo sindaco Gualtieri

Smentite le indiscrezioni riportate da "La Repubblica" che annunciavano nuove politiche per i parcheggi nella città di Roma. Notizie diffuse dal neo eletto sindaco Roberto Gualtieri, e puntualmente smentite... segue

Ania, premio medio rca in diminuzione

Da settembre 2020 a settembre 2021 la polizza è passata da 326 a 319 Euro

Diminuisce il premio medio rc auto. Secondo i dati Ania, tra settembre 2020 e settembre 2021, la polizza è passata da 326 a 319 Euro, in calo del 2,1%, anche se con un tasso inferiore rispetto ai mesi... segue

Nuova velostazione a Garbagnate Milanese

68 i posti disponibili nella struttura

La velostazione di Garbagnate Milanese è stata riaperta al pubblico a seguito di alcuni lavori di ammodernamento della struttura. Realizzata da Ferrovienord, questa è accessibile grazie le tessere di t... segue