info

directions_carIn funzione dal 16 novembre a Genova i nuovi bus full electric

Acquistati dalla spagnola Irizar sono costati 7,5 milioni presi dal decreto Genova

Sono arrivati a Genova i primi bus full electric Irizar destinati a prendere servizio nelle zone collinari del levante. Si tratta di 14 nuovi e-bus Irizar, modello Iebus, da 10,8 metri, full electric, con 78 posti totali di cui 20 a sedere. Sono dotati di pianale ribassato, pedana per l’accesso delle persone in carrozzella, porte centrale e posteriore scorrevoli, impianto di climatizzazione, telecamere per la videosorveglianza a bordo e contapasseggeri. I veicoli sono completamenti elettrici, hanno 5 pacchi batterie agli ioni di litio, tutti alloggiati sul tetto, un peso di oltre tre tonnellate, una potenza totale di 375 kWh nominali ed un sistema di ricarica notturna in rimessa: possiedono un unico motore elettrico Siemens AG-1DB2016-OND06 con potenza massima di 240 KW e coppia massima di 2600 Nm.

Cinque nuovi e-bus, con la livrea bianca e rossa caratteristica dei i mezzi green dell’Amt genovese, entreranno in servizio lunedì 16 novembre sulla linea 44 che collega Borgoratti a piazza De Ferrari. Entro fine novembre si completerà la fornitura di tutti e 14. Anche questi, come gli 8 metri già in servizio, vengono parcheggiati alla rimessa Mangini, alla Foce dove in questi giorni si sta definendo l’allestimento delle ultime colonnine di ricarica che ne garantiranno l’alimentazione: si tratta di 9 nuove colonnine in configurazione a singola e doppia uscita (5 da 2x50 kW e 4 da 1x50 kW) per un totale di 14 punti di ricarica che rendono la rimessa Mangini quella destinata al ricovero dei mezzi elettrici.

"Prosegue a marcia spedita il rinnovamento delle flotte dei bus in tutta la regione - spiega l'assessore regionale ai Trasporti Gianni Berrino - I mezzi presentati da Amt ne sono la prova concreta e sono molto soddisfatto che le nostre aziende di Tpl si stiano convertendo all'ecologico grazie al bando di Regione Liguria. Amt in particolare dopo aver acquistato, sempre grazie ai contributi regionali, 11 bus ibridi, adesso metterà in circolazione altri 14 autobus totalmente elettrici e altri ancora ne arriveranno nel 2021". Come ribadito dall'assessore, infatti, i nuovi autobus elettrici Irizar sono stati acquistati da Amt grazie al finanziamento di 7,5 milioni di euro del Decreto Genova 1, erogato da Regione Liguria.

Il progetto elettrico a Genova prevede ulteriori step che si stanno progressivamente concretizzando. Il secondo polo elettrico a servizio del trasporto pubblico della città verrà allestito presso la rimessa di Cornigliano. Qui verranno destinati i prossimi 10 bus elettrici piccoli che serviranno le prime linee collinari del ponente e il cui arrivo è previsto entro la primavera del 2021. Anche questi autobus sono finanziati con le risorse previste dal Decreto Genova 1 ed erogate dalla Regione Liguria per 6,1 milioni di euro. Un ulteriore finanziamento di 17,5 milioni di euro, previsto a valere sulle risorse del Decreto Genova 2, arricchirà ulteriormente il parco autobus elettrico con un numero stimato di 30 autobus da 12 metri. La progressiva trasformazione del trasporto pubblico di Amt verso un’anima sempre più sostenibile e green, avrà poi nel Progetto 4 assi uno dei passaggi fondamentali.

"Dopo i mezzi da 8 metri dei mesi scorsi, utilizzati su alcune linee collinari del levante, iniziamo a proporre alla città mezzi più grandi, più impegnativi e li impieghiamo in una linea centrale, visibile a un gran numero di genovesi. Il progetto elettrico di Amt però non rallenta e nei prossimi mesi ci saranno altre importanti novità - sottolinea Marco Beltrami, amministratore unico di Amt - Vogliamo arrivare al full electric entro il 2025. Grazie a questo finanziamento di 470 milioni di euro, ottenuto dal Mit, nei prossimi anni potremo acquistare 145 mezzi elettrici da 18 metri e completare le infrastrutture necessarie".

Il gruppo Irizar, quello che ha fornito i nuovi bus elettrici a Genova, possiede 13 stabilimenti di produzione nel mondo: Spagna, Marocco, Brasile, Messico e Sud Africa, oltre al proprio centro di ricerca e sviluppo. È un gruppo composto da oltre 3.300 persone, con una presenza commerciale nei cinque continenti. Irizar e-mobility è la nuova società del gruppo per la produzione di mezzi 100% elettrici: lo stabilimento si trova a Aduna a Guipúzcoa (Spagna) e ha una capacità produttiva di 1.000 veicoli all'anno.