info

Transport press agency

directions_carCorrieri espressi, FedEx punta su business merci ingombranti

Gli acquisti di articoli voluminosi sono in crescita

Ingombrante non significa necessariamente meno redditizio. Anzi, la società americana di trasporti FedEx ha deciso di focalizzare il proprio business proprio sulle merci più voluminose, in particolare articoli per la casa e attrezzature sportive. Il motivo è facilmente intuibile: gli acquisti online tramite le piattaforme di e-commerce di questi oggetti sono cresciuti a ritmi vertiginosi nell’ultimo periodo e FedEx Direct non è stata da meno. Si tratta del servizio che viene gestito sul web dalla stessa società di spedizioni espresse e i numeri sono stati impressionanti: si è passati dall’80 al 90% del mercato americano complessivo e sono in corso i lavori per realizzare nuove strutture adibite all’imballaggio. A dire il vero, la società di Memphis, come anche Ups, non ha mai dato grande priorità a questo tipo di articoli, però poi la situazione è cambiata in maniera radicale. 

Ne è un chiaro esempio quanto affermato dai principali protagonisti del settore. John Haber, amministratore delegato di Spend Management Experts (consulenza logistica), ha sottolineato come non si possa più ignorare il volume delle merci ingombranti, senza dimenticare il dettaglio (non certo trascurabile) della pandemia da coronavirus che ha incentivato gli acquisti. Tornando a parlare di FedEx, tra il 1° giugno e il 31 agosto scorsi ci sono state 750 mila spedizioni “ingombranti” e la concorrenza sta già aumentando a vista d’occhio. Nel corso dei prossimi mesi, queste cifre che sono già importanti potrebbero diventare ancora più consistenti.