info

directions_boatAl porto Psa di Genova Prà possono attraccare le mega portacontainer

L'Enac ha dato l'ok all'utilizzo delle gru alte 90 metri

Poter lavorare contemporaneamente tre navi portacontainer da oltre 20mila TEUs, più una quarta unità di dimensioni inferiori. È quanto si appresta a fare il terminal Psa di Genova Prà, parte dell’AdSP del Mar Ligure Occidentale. La nuova attività può essere esplicata grazie al via libera ricevuto dall’Enac, l'Ente nazionale per l’aviazione civile che ha dato l'ok all'utilizzo delle gru alte 90 metri anche nella zona di levante, senza che queste vadano a interferire con il cono aereo del vicino aeroporto Cristoforo Colombo.

"Finora l’operatività delle gru di banchina dettata dal tetto aero per le gru alte 90 metri era limitata a quasi 800 metri di banchina, con un attracco di 400 metri e uno di 370 metri – spiega in dettaglio una nota diramata dall’ex Vte - Ora l’operatività delle mega gru già installate nel terminal è stata estesa a complessivi 1.200 metri di banchina. In questo modo il terminal è ora in grado di ospitare contemporaneamente, senza alcuna limitazione, tre mega portacontainer, le Ultra large container carrier, di ultima generazione da oltre 20mila TEUs e una quarta nave di dimensioni inferiori. Grazie a questo importante risultato il terminal potrà ulteriormente soddisfare le richieste del mercato garantendo un sempre miglior servizio ai propri clienti".

La limitazione a 60 metri di altezza resta invece per l’ultima parte della banchina a ponente, lunga 270 metri. Da quattro anni il terminal genovese è dotato di otto gru ZPMC gooseneck di ultima generazione per le quali è stato realizzato un investimento di circa 100 milioni di euro. Dal 2018 le vecchie gru di piazzale alimentate con diesel sono state sostituite con 21 nuove gru gommate elettriche, con un ulteriore investimento di 35 milioni di euro.