Press
Agency

Kalashnikov a batteria

L'azienda russa famosa per le armi mette in produzione 2 auto elettriche

Kalashnikov, l'azienda russa famosa per il celebre fucile automatico AK-47, passa alla produzione di auto elettriche. Già da qualche anno, a dire il vero, si è lanciata nel più tranquillo settore dei servizi alla mobilità: attualmente sta sviluppando una propria linea di veicoli a zero emissioni.

Sembra destinato a entrare in produzione il prototipo Izh UV-4, veicolo a quattro porte a batteria presentato come concept nel 2018. L'azienda che porta il nome del celebre ingegnere e militare russo, a Michail Timofeevič Kalašnikov, avrebbe infatti intenzione di realizzarne due differenti versioni: una a quattro ruote e a quattro porte e una più compatta, con sole 3 ruote e 2 porte.

Per quanto riguarda il modello più grande, l'aspetto definitivo del veicolo di serie non si discosterà molto dal prototipo, di cui l'azienda ha diffuso le immagini in occasione del deposito di alcuni brevetti. Secondo il progetto la vettura sarà lunga 3,4 metri, larga 1,5 metri e alta 1,7 metri.

Anas Anas

Stando a quanto dichiarato dal costruttore in passato, l'UV-4 sarà spinta da un motore capace di sviluppare 68 CV e di raggiungere 80 km/h di velocità massima. Con un peso di soli 650 kg, dovrebbe raggiungere un'autonomia di circa 150 chilometri, ma non sono stati resi noti i dettagli riguardo alla capacità della batteria.

Oltre al veicolo a quattro ruote la Kalashnikov ha ideato anche un triciclo con una sola ruota al retrotreno. La vettura, concepita per due occupanti, sarà dotata di una carrozzeria più compatta, con forme arrotondate e senza porte, con tettuccio apribile. Non si sa se questa variante adotterà lo stesso powertrain di quella a quattro ruote né si sa qualcosa dei tempi di commercializzazione: considerando che il progetto è stato avviato oltre tre anni fa, l'esordio sul mercato potrebbe avvenire nel 2022.

Non si sa ancora, a dire il vero, se l'auto sarà utilizzata per finalità militari o destinata a un uso civile. Per quanto priva di fronzoli, dovrebbe comunque essere dotata di condizionatore, impianto di riscaldamento, sistema di infotainment, e sospensioni regolabili. Nel comunicato stampa con cui viene data notizia della novità, Kalashnikov puntualizza che il mezzo "sarà a basso rischio di incendio e di esplosione in caso di incidente".

Suggerite

Sindacati in allarme per la gigafactory di Termoli

Preoccupazione dopo che Tavares ha detto: "Non abbiamo ancora concluso"

I sindacati italiani sono in allarme. A scatenare la preoccupazione (e le reazioni) sono state le parole del ceo Carlos Tavares che, in un'intervista, ha messo in dubbio la realizzazione della gigafactory... segue

La rumba delle nomine risuona in Campidoglio

Il Comune vuole allargare il cda di Atac. In ballo anche il ruolo di dg di Ama

L'ultima idea, secondo tanti l'ultima "trovata" del Comune di Roma, è allargare il consiglio di amministrazione di Atac. Non tre ma cinque rappresentanti. In realtà non si tratta di una notizia d... segue

L'Europa vuole raddoppiare produzione chip auto

A febbraio la presentazione del Chip Act per stimolare la nascita di nuove fabbriche

La Commissione europea ha fatto sapere nelle scorse ore che Bruxelles presenterà a febbraio il Chip Act, un atto legislativo che modificherà le regole su gli aiuti di Stato per incentivare i Paesi membri a... segue