info

trainSul trasporto pubblico si accende lo scontro tra Campidoglio e Calenda

L'attacco dell'assessore Calabrese: basta frottole su Atac

Sul trasporto pubblico si accende la polemica tra la giunta Raggi e l'aspirante sindaco Carlo Calenda che nei giorni scorsi aveva criticato il Campidoglio per la gestione fallimentare dell'Atac. Un tema quello del trasporto pubblico che non mancherà di essere uno dei più roventi nella prossima campagna elettorale per eleggere il primo cittadino della Capitale. Alle accuse di Calenda ha risposto su Facebook con veemenza l'assessore alla Mobilità del Comune, Piero Calabrese: "Calenda investi meglio il tuo tempo, il trasporto Pubblico non è roba per te. Te lo abbiamo già spiegato, evita di andare in giro a raccontare sempre le solite frottole. Studiati questo semplice passaggio: Atac la volevano privatizzare i tuoi compari del Pd che vorresti riportare al governo della Capitale. Virginia Raggi l'ha mantenuta Pubblica evitando di fare nuovi debiti e pagando quelli ereditati". Insomma critiche rigettate al mittente anche perché ha aggiunto Calabrese: "Abbiamo rimesso a posto i bilanci, anno per anno, per la prima volta nella storia di Atac. Questo significa anche ripagare i debiti senza gravare sulle tasche dei romani. Pensa, sempre fra le cose mai fatte negli ultimi decenni, la sindaca è riuscita anche a sostituire oltre metà della flotta, la cui età media non era 9 anni come affermi ma 14, perché la maggior parte al nostro insediamento aveva quasi 20 anni d'età".