info

cancel

directions_carflightA Orlando si costruisce il primo hub americano per auto volanti

Il collaudo riguarderà il collegamento con Tampa

Negli anni Ottanta, il cinema immaginava in maniera a dir poco avveniristica il futuro che ora stiamo realmente vivendo. Il caso emblematico è quello di “Ritorno al futuro”, in cui si dava per certa la presenza di auto volanti nel 2015. Siamo andati anche oltre quella data e i veicoli capaci di sollevarsi dal suolo sono ancora un progetto embrionale, intanto si deve registrare l’iniziativa di una compagnia americana che sta costruendo il primo hub nazionale per questo scopo. Realtà o fantasia eccessiva? La società risponde al nome di Tavistock Development Corporation e ha dato il via al cantiere per la particolare infrastruttura che si trova a Orlando, in Florida.

L’obiettivo è quello di terminare il progetto nel giro dei prossimi cinque anni, agevolando e velocizzando i collegamenti tramite vetture volanti. La promessa è quella di mettere in comunicazione la stessa città di Orlando con un’altra località della Florida, Tampa, in appena 30 minuti: i due luoghi distano 136 chilometri tra loro e per spostarsi da una parte all’altra in auto serve un’ora e quaranta minuti. Il velivolo per il collaudo verrà invece messo a disposizione da Lilium, compagnia che ha fabbricato un mezzo in grado di ospitare 5 passeggeri e capace di effettuare decolli e atterraggi verticali. Riesce a viaggiare fino a 185 miglia e ha bisogno di una ricarica di un’ora circa. La richiesta di approvazione sarebbe già stata inoltrata alla Faa (Federal Aviation administration) e al dipartimento americano dei trasporti.