Press
Agency

Mobilità, Milano tiene nonostante le assenze

Trenord e Atm, corse ridotte per le quarantene, ma bus e treni reggono il rientro

Covid e smart working stanno mettendo a dura prova i trasporti italiani. In questo caso, è il poco traffico a stupire gli addetti ai lavori. Nelle principali stazioni ferroviarie, nonostante il periodo di ripresa delle attività dopo le giornate festive, si sono visti meno passeggeri del solito, soprattutto a Milano. Trenord prevede un calo di 100.000 utenti al giorno rispetto 1 mese fa, prima del nuovo picco dei contagi.

Forse, a limitare i danni da rientro compulsivo, ha avuto buon gioco anche l'appello dell'assessore alla Mobilità del Comune di Milano, Arianna Censi, che ha invitato i milanesi a evitare, se possibile, di prendere i mezzi nelle ore di punta per evitare affollamenti.

Sia Trenord che Atm hanno gestito la prima giornata di ripartenza senza grossi problemi: confermata la rimodulazione del servizio ferroviario per le assenze di macchinisti e capitreno: si parla di 180 assenze, che si aggiungono alle 150 non direttamente connesse alla pandemia.

Trenord conferma la soppressione totale o parziale di 350 corse sulle 2.170 programmate, per un taglio del servizio diurno del 12%. Trenord attende molti meno passeggeri di prima: in media, 450.000 al giorno rispetto ai 550.000 di 1 mese fa, nel periodo subito prima di Natale, e circa metà di prima della pandemia, quando i viaggiatori erano 820.000 al giorno.

Anas Anas

I pendolari milanesi non si sono fatti trovare impreparati nemmeno dal primo giorno del Super green pass. Alla stazione di Milano Cadorna i viaggiatori erano consapevoli delle nuove norme, a parte qualcuno che non si ricordava dell'obbligo della mascherina Ffp2. Fuori dai tornelli della stazione era presente una squadra di controllo che ha chiesto il certificato verde e ha ripreso quei passeggeri che non indossavano la mascherina corretta, invitandoli ad acquistarla nelle edicole più vicine.

Tutte le persone controllate, hanno detto gli operatori Trenord, avevano il Green pass rinforzato. L'obbligo del nuovo certificato, che non si ottiene più con un semplice tampone negativo, ma solo con vaccinazione o dopo guarigione dal Covid, vale adesso anche nei bar e ristoranti che hanno posti all'aperto.

L'altro gestore della mobilità milanese, ossia Atm, non fa previsioni sul calo degli utenti: ieri, primo lunedì dopo le feste natalizie, il servizio è stato regolare, mentre le assenze del personale sono circa 650, con una riduzione delle corse del 7%. Il servizio di metro e autobus è regolare, fa sapere l'azienda, grazie alle rimodulazioni dei turni e all'uso di scorte aggiuntive.

Suggerite

Sindacati in allarme per la gigafactory di Termoli

Preoccupazione dopo che Tavares ha detto: "Non abbiamo ancora concluso"

I sindacati italiani sono in allarme. A scatenare la preoccupazione (e le reazioni) sono state le parole del ceo Carlos Tavares che, in un'intervista, ha messo in dubbio la realizzazione della gigafactory... segue

La rumba delle nomine risuona in Campidoglio

Il Comune vuole allargare il cda di Atac. In ballo anche il ruolo di dg di Ama

L'ultima idea, secondo tanti l'ultima "trovata" del Comune di Roma, è allargare il consiglio di amministrazione di Atac. Non tre ma cinque rappresentanti. In realtà non si tratta di una notizia d... segue

L'Europa vuole raddoppiare produzione chip auto

A febbraio la presentazione del Chip Act per stimolare la nascita di nuove fabbriche

La Commissione europea ha fatto sapere nelle scorse ore che Bruxelles presenterà a febbraio il Chip Act, un atto legislativo che modificherà le regole su gli aiuti di Stato per incentivare i Paesi membri a... segue