Press
Agency

Auto elettriche trainano immatricolazioni cinesi

Nel 2022 il mercato di vetture a batteria del Dragone crescerà del 5%

Grazie al boom di vendite dei veicoli elettrici il mercato automobilistico cinese ha interrotto nel 2021 un calo di immatricolazioni che durava dal 2018. È quanto emerge dai dati pubblicati in questi giorni da China Passenger Car Association (Cpca): lo scorso anno sono stati commercializzati 20,1 milioni di mezzi, il 4,4% in più rispetto al 2020. Nel complesso il 15% delle vendite (2,99 milioni) riguardava vetture a batteria e ibride plug-in.

Secondo l'associazione nel 2022 il mercato cinese delle autovetture è destinato a crescere del 5%, con le auto a energia pulita che rappresenteranno grossomodo un quarto delle vendite totali. Inoltre, gli analisti del Cpca stimano un mercato in espansione, anche se a un ritmo più lento. Ciò a causa della carenza globale di microchip e alla diffusione delle varianti della pandemia. 

Anas Anas

"Una continua contrazione della domanda causata dal rallentamento economico generale e dai controlli della pandemia, insieme al recupero della produzione quando la carenza di chip si allenta, sposterebbe il mercato automobilistico cinese da una domanda eccessiva dello scorso anno a un eccesso di offerta", ha sottolineato il direttore della Ricerca dell'investitore UBS, Paul Gong. A questo si aggiunge l'attesa impennata del prezzo delle materie prime utilizzate nella realizzazione del batterie. 

Questo porterà ulteriore sofferenza nel settore, come negli ultimi mesi del 2021. Tuttavia per Pechino la strada è tracciata e per questo ha disposto l'avvio di un massiccio programma di sovvenzioni per gli acquirenti di auto elettriche, in ogni caso destinato a finire prima dell'inizio del 2023.

Suggerite

Sindacati in allarme per la gigafactory di Termoli

Preoccupazione dopo che Tavares ha detto: "Non abbiamo ancora concluso"

I sindacati italiani sono in allarme. A scatenare la preoccupazione (e le reazioni) sono state le parole del ceo Carlos Tavares che, in un'intervista, ha messo in dubbio la realizzazione della gigafactory... segue

La rumba delle nomine risuona in Campidoglio

Il Comune vuole allargare il cda di Atac. In ballo anche il ruolo di dg di Ama

L'ultima idea, secondo tanti l'ultima "trovata" del Comune di Roma, è allargare il consiglio di amministrazione di Atac. Non tre ma cinque rappresentanti. In realtà non si tratta di una notizia d... segue

L'Europa vuole raddoppiare produzione chip auto

A febbraio la presentazione del Chip Act per stimolare la nascita di nuove fabbriche

La Commissione europea ha fatto sapere nelle scorse ore che Bruxelles presenterà a febbraio il Chip Act, un atto legislativo che modificherà le regole su gli aiuti di Stato per incentivare i Paesi membri a... segue