info

directions_carL'assicurazione si paga solo quando guidi. La nuova offerta delle compagnie

Insurance day: cresce la richiesta di servizi a misura del singolo cliente

Anche le assicurazioni si iniziano a confrontare con il mondo che si troveranno di fronte a epidemia finita. In particolare tra le nuove richieste espresse negli ultimi tempi dai consumatori, c'è un desiderio sempre più forte di servizi assicurativi tagliati dalle compagnie su misura per le proprie esigenze e soprattutto con un prezzo variabile secondo le caratteristiche offerte. Addio al mass market, e cioè a una soluzione di prodotto unica, a vantaggio di personalizzazione e di un pricing dinamico. Sulla base di questo assunto si capisce come oggi, otto consumatori su dieci, siano interessati alle polizze auto cosiddette "pay how you drive". Che danno un costo rapportato all’effettivo uso dell'auto e del modo di guidare. Le tendenze nel campo assicurativo sono emerse nel corso dell’Insurance day organizzato dalla società di consulenza Accenture che ha messo in evidenza anche che trai consumatori che hanno deciso di cambiare compagnia assicurativa sette su dieci lo hanno fatto perché spontaneamente attratti da offerte migliori o con maggiore appeal.

Il 46% perché pensa che una migliore offerta si traduca in un prezzo più basso o un miglior valore percepito, il 30% in disponibilità di migliori servizi online, il 28% in soluzioni più adatte alle proprie esigenze e il 20% nella possibilità di avere accesso a servizi più veloci ed efficienti. La maggiore personalizzazione è richiesta anche nel canale di acquisto prescelto con l’aumento della percentuale di consumatori propensi ad acquistare una polizza in autonomia online (in modalità self sui siti web o all'interno delle app delle compagnie assicurative, anche consultando aggregatori per agevolare la ricerca). In Italia la ricerca fai da te per la soluzione assicurativa è al di sotto di quanto accade in media nel mondo: il 40% contro la media del 54%.