info

directions_carFca si salva dalle vendite in calo. A ottobre fa +3,2%

La casa aumenta le immatricolazioni e fa meglio del mercato

Nel baratro delle vendite registrate a ottobre dal mercato auto in Europa non precipita Fca. Il gruppo italo-americano ha registrato il risultato migliore tra i competitor europei per le nuove auto immatricolate nel Vecchio Continente. Secondo i dati provvisori diffusi dall'associazione dei produttori di auto europei Acea la compagnia automobilistica ha immatricolato il mese scorso 70.172 nuove auto (+3,2% rispetto allo stesso mese del 2019). Il segno positivo emerge anche per altri costruttori. Ad esempio per la francese Renault che si deve accontentare però di un modesto +0,5% con poco più di 118 mila auto immatricolate. Niente da fare a ottobre per i tedeschi con il gruppo Volkswagen che, pur restando il primo in Europa per le vendite, ha registrato brusco calo delle immatricolazioni scese del 7,5% a 283 mila auto nuove immatricolate. Nella classifica dei cattivi anche Psa (-5,3%), Daimler (-7,2%) e Bmw (-11,8%). Con le vendite di ottobre, Fca ha incrementato la quota di mercato in Europa rispetto allo stesso mese di un anno fa di 0,6 punti percentuali, portandola al 6,2%.

La fetta di mercato occupata è cresciuta anche in confronto al settembre 2020. Mese nel quale era al 6%. A trainare le vendita in casa Fca sono state in particolare Fiat e Jeep. Per quest'ultima le vendite sono state sono state quasi 12.300, con un aumento del 6,7% su anno e la quota salita all'1,1% (dallo 0,9%). Fiat, invece, ha registrato 49.500 unità (+5,5%), con una quota del 4,4%(+0,5% punti percentuali). Più indietro Lancia (con più di 4.700 immatricolazioni e quota dello 0,4%) e Alfa Romeo (oltre 3.400 immatricolazioni e quota dello 0,3%). A livello di modelli, nel mese di ottobre Fiat Panda e Fiat 500 hanno avuto buoni dati di vendita, confermandosi leader del segmento A: con oltre 19.400 immatricolazioni (+31,5%) la Panda ha raggiunto una quota del 23,1% (+6,9 punti percentuali), mentre sono state circa 14.000 le registrazioni di 500 (+5,4%) pari al 16,6% di quota (+2,1 punti percentuali).