info

Transport press agency

directions_carVolkswagen si affida al mercato cinese per le auto elettriche

Investimenti massicci nei prossimi 4 anni

Circa 15 miliardi di Euro entro i prossimi 4 anni: è questo l’obiettivo che si è prefissa Volkswagen, casa automobilistica tedesca che ha deciso di puntare con decisione e convinzione sulla Cina e soprattutto sulla mobilità elettrica. Entro il 2024 dovrebbe essere proprio questa la cifra spesa per le auto con questo tipo di alimentazione, una produzione massiccia e che non può che prendere spunto dalla recente presentazione del primo Suv elettrico da parte di Honda (un concept, ma pur sempre un modello a cui ispirarsi). L’annuncio è stato fatto direttamente dai vertici societari. 

Stephan Wollenstein, amministratore delegato della divisione asiatica dell’azienda di Wolfsburg, è intervenuto nel corso di un forum dedicato ai veicoli che funzionano con nuove energie e ha sottolineato quali potrebbero essere gli scenari futuri. Nel 2029 dovrebbero essere presentati 75 modelli elettrici al 100% e le vendite sono destinate a registrare senza alcun problema i 26 milioni di unità. 

Per quel che riguarda la Cina in senso stretto, poi, i modelli che “invaderanno” il mercato saranno 15: per arrivare a traguardi così ambiziosi, comunque, sarà fondamentale affidarsi alle joint venture avviate da Volkswagen con importanti aziende cinesi come Jac Motors, Faw e Saic Motor. Un’altra prospettiva di cui non si può non tenere conto è quella che riguarda il 2025, anno entro il quale il fabbisogno annuo relativo alla capacità di batterie in Cina della casa teutonica sarò pari a qualcosa come 150 gigawattora. 

Sull'argomento leggi anche la notizia collegata.