info

directions_carNorme Euro 7 potrebbero far scomparire motori a combustione

I limiti alle emissioni sono considerati molto severi

Oltre un secolo e mezzo di storia che potrebbe essere spazzato via da una normativa stringente e molto precisa: il motore a scoppio potrebbe non avere futuro a causa dei nuovi limiti imposte alle emissioni dalle normative "Euro 7", tanto è vero che la classica alimentazione termica sembra destinata a non avere più spazio nei prossimi anni. La preoccupazione è sorta dopo aver letto un lungo studio dell’Unione Europea e redatto dall’Advisory Group on Vehicle Emission Standards. La normativa Euro 7 sulle emissioni per l'omologazione di automobili, furgoni e altri mezzi dovrebbe entrare in vigore nel 2025, quindi tra un lustro esatto. Le regole sono considerate molto severe, a partire dai 30 milligrammi per chilometro degli ossidi di azoto e delle loro miscele. Il limite attuale, quello stabilito dalla normativa Euro 6, è fermo a 80 mg per quel che concerne le auto che vanno a diesel e 60 mg per quelle a benzina.

La bozza legislativa è ancora in una fase embrionale e dunque non è detto che tutti questi discorsi si tramutino in realtà, ma i numeri resi noti fanno discutere. I bassi valori dovranno essere rilevati tra -10 e +40 gradi centigradi, senza dimenticare le quote che dovranno essere comprese tra mille e duemila metri. Le regole andranno rispettate, sempre secondo quanto riportato dallo studio, persino in presenza di rimorchi e portapacchi. L’associazione dei costruttori tedeschi VDA ha affermato che “se si introducesse lo standard Euro 7 con questi limiti significherebbe che la Commissione Europea vieterebbe di fatto le auto con motori a combustione dal 2025. In pratica la Commissione vorrebbe che i veicoli siano praticamente privi di emissioni in ogni situazione di guida, ad esempio con un rimorchio salendo in montagna o nel lento traffico urbano”. La raccomandazione di Vda è quella di rivedere le norme, in quanto i motori sarebbero già molto puliti e servirebbe soltanto utilizzare carburanti meno inquinanti, puntando sui biocombustibili.