info

cancel

flightFiumicino primo aeroporto europeo covid tested

Nello scalo sono stati istituiti corridoi sanitari sicuri per i voli tra Roma e Stati Uniti

"Garantire la sicurezza ai passeggeri è uno dei prerequisiti essenziali per rilanciare il traffico aereo, tuttora gravemente impattato dagli effetti della pandemia''. Lo sottolinea l'amministratore delegato di Adr, Marco Troncone, commentando l'attivazione a Fiumicino, primo scalo in Europa, di corridoi sanitari sicuri con voli "covid tested" tra Roma e alcune destinazioni negli Stati Uniti. Il servizio sostituisce, di fatto, per i passeggeri a bordo l’imposizione della quarantena fiduciaria all’arrivo in Italia, grazie alla collaborazione di Aeroporti di Roma con Alitalia e Delta Air Lines.

'"Aeroporti di Roma - prosegue Troncone - ha definito con determinazione un percorso da subito basato su un aeroporto a massima sicurezza e poi orientato alla proposizione di nuovi protocolli di viaggio sicuri e innovativi, prima sviluppati su base prototipale sulla Roma-Milano e oggi estesi su importanti destinazioni di lungo raggio. Siamo orgogliosi di essere stati precursori di questi modelli, grazie ai ministri della Salute, dei Trasporti e degli Esteri, alla Regione Lazio e in stretto coordinamento con Alitalia e Delta Air Lines , rispettivamente il vettore di bandiera del Paese e la prima maggiore aerolinea globale''.

I nuovi protocolli di viaggio, previsti in via sperimentale su voli dagli Stati Uniti con destinazione Fiumicino, come disciplinato nell’ordinanza dei ministeri della Salute, dei Trasporti e degli Esteri in dirittura d’arrivo, saranno progressivamente offerti ai passeggeri a partire da dicembre. La fase sperimentale avrà lo scopo di valutare l’efficacia e la funzionalità della nuova modalità di viaggio ma l’obiettivo è rendere il servizio disponibile in misura maggiore in vista della prossima stagione summer 2021. L’ordinanza autorizzerà anche corridoi covid tested tra Monaco di Baviera, Francoforte e Fiumicino per assicurare che questa nuova modalità di viaggio possa essere sperimentata anche all’interno dell’Unione Europea.

La nuova procedura prevede che i passeggeri dei voli covid tested, in arrivo dagli aeroporti americani di New York JFK, Newark e Atlanta, non siano soggetti all’obbligo di quarantena fiduciaria in Italia grazie ad almeno un testo molecolare o antigenico effettuato non più di 48 ore prima dell’imbarco e ad un ulteriore test ripetuto allo sbarco a Fiumicino, per maggiore sicurezza.

La sperimentazione, che vede l’Italia primo paese in Europa ad attivare questa innovativa procedura, si avvantaggerà della esperienza già acquisita con successo a Fiumicino sui voli covid-tested Roma-Milano operativi dal 16 settembre scorso, e delle strutture di testing rapido già operative presso lo scalo con il supporto della Regione Lazio. Da metà agosto, infatti, è attivo nell’area arrivi del Terminal 3 di Fiumicino un centro di testing rapido, con risultato in meno di 30 minuti, gestito da personale medico della Regione Lazio e dell’Usmaf-ministero della Salute. Da settembre, è stato inoltre attivato presso il parcheggio lunga sosta di Fiumicino un drive-in, disponibile anche alla cittadinanza oltre che ai passeggeri, gestito dalla Regione Lazio con la Croce Rossa Italiana e operativo 24 ore su 24.