info

cancel

directions_boatNautica: dalla fusione con Ccn nasce la nuova Baglietto

Il rinnovamento punta al rilancio dello storico marchio

Fincantieri

Nasce la nuova Baglietto, l'azienda leader nella produzione di yacht di lusso che entro fine 2020 si fonderà con Ccn, altro brand nautico della famiglia Gavio. A portare avanti questo rinnovamento, che punta al rilancio dello storico marchio, saranno nuove figure professionali. Diego Michele Deprati è il nuovo amministratore delegato, sarà affiancato da un team di spicco in ambito internazionale composto da Fabio Ermetto, a capo dell'ufficio commerciale, da Luca Ghirlanda (già in Sanlorenzo) a capo delle operazioni e dal direttore tecnico Guido Penco. Tra gli obiettivi di Baglietto (con sedi alla Spezia e a Carrara) un nuovo approccio sostenibile attraverso la ricerca e la motorizzazione ibrida anche per le linee più performanti e l'attenzione alla qualità nel rispetto dei tempi di consegna. Inoltre verrà sviluppata una nuova gamma di prodotti all'avanguardia, disegnate dal designer Francesco Paszkowski, riconfermato. "Felice della nuova sfida - ha detto Ermetto.

I piani di sviluppo sono ambizioni e sono pronto a dare un contributo per la crescita di un marchio iconico". Tre le nuove linee proposte. A quella più tradizionale TLine, si affiancano due più performanti Fast e SuperFast. La linea dislocante TLine vede due modelli da 52 a 65 metri, in acciaio e alluminio, con una prima unità da 52 già venduta e in consegna nel 2023. Il T52 presenta un beach club su 3 livelli a poppa e una piscina con chiusura a scomparsa, inoltre sarà a dotazione ibrida. Le linee Fast e Superfast, in alluminio dai 40 ai 50 metri, prevedono uno studio che sarà sviluppato nei prossimi anni sul modello Fast di 48 metri oltre a un Superfast da 50 metri con propulsione a idrogetto. Negli ultimi sei mesi Baglietto ha varato 4 imbarcazioni da 37 a 54 metri, firmando contratti per un 42 metri Fast in alluminio e un 52 metri TLine in acciaio e alluminio per armatori europei.