info

cancel

directions_boatCosco vende il 35,2% di Cosco shipping leasing

La cessione al fondo statale Chengtong per quasi 230 milioni di euro

Fincantieri

Cosco Shipping Development ha annunciato di aver stipulato un accordo con Chengtong fund mmanagement per vendere una partecipazione del 35,22% detenuta in Cosco shipping leasing. Il prezzo è fissato in 1,8 miliardi di rmb, pari a oltre 227 milioni di euro.

Chengtong ha firmato l’accordo per conto del Fondo di riforma della proprietà mista, che sarà istituito dalla Sasac, la State-owned assets supervision and administration commission, la Commissione statale per la supervisione e l’amministrazione dei beni di proprietà dello Stato, per promuovere la riforma del sistema di imprese statali in modo da renderlo maggiormente soggetto alle forze di mercato.

La dimensione del fondo è di 200 miliardi di rmb (oltre 25,2 miliardi di euro) ed è costituito per il momento da 20 azionisti. Cosco e l’operatore portuale Sipg, Shanghai internation port group, operatore esclusivo di tutti i terminal pubblici del porto di Shanghai, si sono entrambi impegnati ad aderire. Inoltre, la compagnia cinese ha approvato un piano per un investimento strategico al fine di aumentare il capitale di Cosco shipping leasing di almeno 1 miliardo di rmb, più di 126 milioni di euro.

"La cessione, ai sensi dell’accordo di trasferimento di azioni, faciliterà la focalizzazione del gruppo su un obiettivo di sviluppo strategico come la creazione di una piattaforma di finanziamento per le attività di shipping, in base alla quale il gruppo potrà utilizzare i proventi della cessione per acquisire ulteriori navi e container allo scopo di espandere la sua attività di leasing (o locazione finanziaria) in ambito marittimo e industriale", fa sapere Cosco in un comunicato.

La cinese Cosco è presente a Genova dal 1963: oggi, il socio italiano di Cosco è l'armatore Augusto Cosulich. Cosco ha in tutto 800 navi ed è il terzo operatore mondiale dei container dopo Maersk e Msc.