Press
Agency

Giù la vendita di nuove auto in Europa

Ad ottobre ancora in calo le immatricolazioni; in forte crescita bus e pullman

L'Associazione europea dei costruttori di automobili (Acea, European Automobile Manufacturers' Association) ha comunicato che nel mese di ottobre i mercati automobilistici nel Paesi dell'Unione europea hanno registrato insieme il 16esimo calo consecutivo nelle immatricolazioni mensili di nuovi veicoli: -8,5%. La Germania ha mostrato la contrazione maggiore (-12,4%), seguita da Francia ed Italia (rispettivamente -5,3% e -3,9%), bene la Spagna (+1,2%). 

"Ciò è dovuto al calo delle immatricolazioni di nuovi furgoni, che rappresentano la stragrande maggioranza delle vendite totali di veicoli commerciali. Per contro, i segmenti degli autocarri e degli autobus hanno registrato una performance migliore rispetto all'ottobre 2021", spiegano in una nota. 

A dieci mesi dall'inizio dell'anno, le immatricolazioni di nuovi veicoli commerciali nell'Unione europea hanno subito una contrazione totale del -16,8%, raggiungendo 1,3 milioni di nuovi veicoli venduti. Questa la situazione nei quattro mercati principali: Spagna (-20,9%), Francia (-19,1%), Germania (-15,4%) ed Italia (-10,4%). In controtendenza le vendite annue di veicoli commerciali pesanti, che hanno registrato un'accelerazione in aumento del +18,0% con l'Italia (+33,7%) che spicca tra i quattro mercati chiave, tutti in positivo. 

Per quanto riguarda le immatricolazioni di veicoli commerciali medi e pesanti, a dieci mesi dall'inizio del 2022 le vendite sono cresciute del +2,7%, con 247.253 unità vendute. Una performance che ad ottobre ha raggiunto risultati positivi con un aumento del +16,0% ed incrementi a due cifre nei principali mercati: Polonia (+24,7%) ed Italia (+28,5%). 

Le immatricolazioni di nuovi bus e pullman nel periodo in questione in Europa hanno evidenziato una medesima forte crescita (+24,4%), dopo quattro mesi consecutivi di calo che la Germania continua a subire (-27,7%); bene invece Spagna (+25,9%), Italia (+6,9%) e Francia (+5,6%). Se si guarda invece alla tendenza da gennaio ad ottobre, il mercato ha subito una contrazione media del -2,4%, a 22.832 mezzi, anche nei singoli mercati: Germania (-23,0%), Francia (-13,3%) ed Italia (-8,4%).

Dove

Suggerite

Tensioni Ue-Usa sulle auto elettriche

Bruxelles spera in soluzione entro 5 dicembre, prima dell'incontro bilaterale

I Paesi membri dell'Unione europea hanno sollecitato oggi l'amministrazione degli Stati Uniti a trovare il prima possibile una soluzione congiunta sulla questione degli incentivi economici che Washington... segue

Svelate finaliste del "Car of the Year 2023"

Il premio se lo giocano un mix di auto con motore termico ed altre con propulsore elettrico

Svelate le sette automobili finaliste del premio "Car of the Year 2023", che sarà assegnato il prossimo 13 gennaio. Il riconoscimento vedrà impegnata una giuria composta da giornalisti provenienti da 2... segue

Decarbonizzazione autotrasporto: è urgente piano strategico

Lo chiedono le rappresentanze del settore al Governo

Le rappresentanze dell’autotrasporto e della filiera industriale e commerciale automotive -Anfia, Anita, Federauto, Unatras ed Unrae- ritengono urgente l’adozione di un piano strategico per affrontare la... segue