info

cancel

directions_boatScatta il divieto alla circolazione anche per i natanti da diporto

Nautica e pesca vietate nel periodo natalizio

Fincantieri

Ultimi giorni liberi di pesca e barca prima che l’Italia diventi tutta zona rossa per le festività e le pre festività di Natale. Con le nuove misure per il contrasto alla diffusione del covid-19 nel periodo natalizio, scattano i divieti di uscire dalla propria abitazione a partire dal 24 e fino al 27 dicembre 2020, e per gli spostamenti in tutta la penisola. Anche le attività di pesca e la nautica da diporto dovranno fermarsi in ottemperanza del nuovo decreto di Natale. Stesso discorso vale per il periodo di capodanno: secondo il nuovo decreto anti coronavirus, dal 31 dicembre 2020 al 3 gennaio 2021, e dal 5 gennaio fino al 6 gennaio 2021, sarà vietato andare a pesca e in barca, così come tutte per tutte le altre attività. A partire dalla prossima settimana, però ci saranno altre limitazioni anche nei giorni che precedono il Natale e il Capodanno.

Le giornate di divieto e di limitazioni per andare in barca stando al decreto legge Natale, saranno suddivise in: gialle, dal 21 al 23 dicembre 2020; arancioni, dal 28 dicembre al 30 dicembre 2020 e il 4 gennaio 2021; rosse: dal 24 dicembre 2020 e fino al 27 dicembre 2020, dal 31 dicembre 2020 fino al 3 gennaio 2021, dal 5 al 6 gennaio 2021. Sono da ritenersi off-limits quelle segnate in rosso, mentre per le arancioni ci saranno alcune limitazioni. Le misure più rigide erano già state preannunciate dal ministro della Salute Roberto Speranza: una stretta necessaria per evitare assembramenti, ma anche per far scendere il tasso rt ancora elevato in molte regioni italiane. Inoltre tra le novità di questo decreto di Natale, sono previsti spostamenti verso casa dei congiunti ed altre decisioni che riguardano la zona prefestiva arancione.

Con l’Italia in zona rossa a Natale e a capodanno, nautica e pesca sono, dunque, vietate. Nei giorni che lo precedono ci saranno comunque limitazioni previste per gli spostamenti non strettamente necessari, salvo però alcuni distinguo. Nei periodi che vanno da lunedì 21 dicembre 2020 e fino al mercoledì 23 dicembre 2020 le regioni saranno classificate gialle. Da lunedì 28 dicembre 2020 fino a mercoledì 30 dicembre 2020, le regioni italiane saranno tutte classificate come zone arancioni. Cosa significa per la pesca e per la nautica da diporto? Stop agli spostamenti da una regione all’altra, spostamenti tra comuni consentiti ad alcune condizioni.

Le limitazioni, infatti sono diverse rispetto a quelle scattate con il dpcm dello scorso 3 novembre 2020: in zona arancione si può pescare solo all’interno della propria regione, ma sono consentiti gli spostamenti tra piccoli Comuni al di sotto di 5.000 abitanti per una distanza di massimo 30 chilometri. Vietati invece gli spostamenti tra grandi comuni e capoluoghi. Eventuali deroghe vanno concesse in base alle autorizzazioni (ad esempio per appostamento in altro comune) e vanno verificate con le autorità locali.